Embraco. Tajani in aiuto dei lavoratori. Oggi chiamerò ministro Brasile, si rischia pericoloso precedente

0
501

Agenpress –  “Oggi chiamerò il ministro dell’Industria del Brasile e l’a.d della società che è di fatto proprietaria di Embraco e andremo a vedere se si può intervenire dagli Usa e far capire che non è questo il modo per investire positivamente in Europa”.

Così il presidente dell’Europarlamento Antonio Tajani dopo avere ricevuto una delegazione dei lavoratori Embraco insieme al presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino. “Interverremo anche presso l’ambasciata Usa per sollecitare direttamente a Washington il problema”.

“Oggi stesso il mio capo gabinetto contatterà l’addetto commerciale presso l’ambasciata Usa presso l’Ue e faremo nel pomeriggio le telefonate indispensabili sia a Washington sia a Brasilia, cercando di dare un contributo”, ha aggiunto Tajani, per il quale  il caso Embraco “non è soltanto italiano, è un caso europeo perché rischia di essere un pericoloso precedente che può, invece di favorire la crescita armonica di una indispensabile rete industriale europea, di spostare pezzi di industria europea da una parte all’altra dell’Unione”.

“L’obiettivo di una politica industriale europea non è quello di far perdere posti di lavoro in Italia e farli crescere in Slovacchia,  l’obiettivo è di fare aumentare l’occupazione europea in generale”.

Tajani ha poi sottolineato che “dobbiamo dare una prospettiva ai giovani e questo caso diventa emblematico perché si tratta di una impresa che in Piemonte è attiva e non c’è un problema di disastro economico”. Dunque si chiede: perché spostarla? soltanto perché si vuole guadagnare di più”.

“Il fatto più grave è se si utilizzano fondi comunitari per fare concorrenza sleale all’interno dell’Unione europea, questo è ancora più grave”, ha aggiunto Tajani. “Per questo sostengo l’azione della Commissaria Vestager, che è giusto che indaghi su cosa è realmente successo in Slovacchia”.

Commenti
loading...