Il cadavere di Marco Boni ritrovato in fondo al Lago di Garda

936

Agenpress – Marco Boni, lo studente 16enne di Tione scomparso da Riva del Garda oltre due settimane fa è stato ritrovato sul fondo del lago di Garda. Il ritrovamento è avvenuto 500 metri a nord della storica “Casa della Trota” di Riva del Garda, in zona Sperone: il corpo è stato individuato dai sommozzatori della polizia a più di 20 metri di profondità fra le rocce del fondale del lago, sotto la strada della vecchia Gardesana.

Marco Boni è stato visto per l’ultima volta attorno alle 15 di venerdì 16 febbraio, mentre saliva sul tratto iniziale della strada panoramica di Ponale. A riprenderlo sono state le telecamere dell’Apm in centro città e la videocamera di sorveglianza di un’azienda privata. Lo ha incontrato anche un uomo con il quale avrebbe scambiato qualche parola. Il cellulare del giovane si è spento pochi minuti dopo, rimanendo agganciato alla cella locale: motivo per cui le ricerche si sono concentrate sul tratto di lago.

Sul posto si è recato anche il vicequestore di Trento. Non è escluso che siano state proprio le correnti e la profondità a contribuire a nascondere per giorni interi il corpo del ragazzo sul fondale.

Commenti
loading...