Nottingham. Video aggressione a Mariam Moustafà, 18enne romana, morta dopo 12 giorni di coma

0
452

Agenpress – Mariam Moustafà, aveva 18  anni, nata in Italia e cresciuta a Ostia, si era trasferita in Inghilterra con la famiglia quattro anni fa.Tre settimane fa, secondo quanto riporta il sito della trasmissione Le Iene che alla vicenda ha dedicato un servizio in programma domani, si trovava su un autobus assieme a un suo amico quando è stata aggredita da un gruppo di ragazze che hanno iniziato a insultarla e spintonarla mentre era a bordo di un bus, una volta scesa dal mezzo è iniziata l’aggressione per lei fatale. Mariam è morta dopo dodici giorni di coma.

L’aggressione è stata ripresa in un video diffuso in rete, in cui si vedono l’amico e anche l’autista del bus tentare invano di difendere Mariam dalle bulle.

Aveva da poco saputo di essere stata ammessa alla facoltà di Ingegneria: il sogno della sua famiglia era dare a lei e ai suoi fratelli una vita felice, con una buona istruzione e formazione universitaria. Subito dopo l’aggressione la ragazza è stata portata in ospedale, da dove stata dimessa dopo qualche ora. La mattina dopo le sue condizioni sono precipitate ed è entrata in coma, fino al decesso, di tre giorni fa.

Secondo uno zio della vittima, due delle ragazze responsabili del pestaggio avrebbero aggredito Mariam e sua sorella Malak anche lo scorso anno. Una ragazza di 17 anni sarebbe stata arrestata con l’accusa di lesioni e rilasciata su cauzione. “Alcune di quelle ragazze ad agosto avevano rotto la gamba di Mariam e riempito di pugni la sorella più piccola, Mallak, di 15 anni”, spiega Nasreen, la madre di Mariam, in un’intervista a Le Iene che andrà in onda domani sera.

Commenti