Brindisi: Gattino orfano riabbraccia mamma gatta. Intervento dei Vigili del Fuoco

0
592

Agenpress. E’ accaduto nel primo pomeriggio di ieri 30 Marzo 2018 al rione S. Angelo di Brindisi, un gattino con ancora la placenta unita al cordone ombelicale, giaceva per terra completamente ipotermico e inerme, non si muoveva più, probabilmente una mamma gatta spaventata e in fuga, non ha fatto in tempo a rintanarsi per dare alla luce uno dei suoi piccoli.

L’allarme è stato lanciato da due giovani concittadini che si sono immediatamente attivati per porre in atto tutte le misure necessarie al soccorso, e poco dopo è giunta sul posto Antonella Brunetti, Delegata dell’Associazione Guardia dell’Ambiente e la squadra in “prima uscita” dei Vigili del Fuoco di Brindisi, che grazie ad un lavoro congiunto ed estrema precisione, hanno valutato le problematiche del caso ed il modo più idoneo per assicurare al gattino la sopravvivenza.

Il primo soccorso sul gattino, una femmina “tartarugata” è stato effettuato dalla Delegata Brunetti grazie al supporto di Alessio, il giovane che ha segnalato l’accaduto, e, dopo diversi minuti, il gattino ha ripreso a dare segni di vita, gli è stata così assicurata l’assistenza necessaria affinché potesse riacquistare un po’ di forza.

Assieme alla squadra dei vigili del fuoco, sono stati individuati gli altri gattini unitamente alla mamma gatta, e, con estrema delicatezza è stato avvicinato il piccolo orfano al gruppo familiare, fino a quando tutti  i presenti non hanno accertato che la gatta riprendesse con se il gattino.

“Situazioni analoghe si verificano quotidianamente, spesso è troppo tardi e i soccorsi vani, là dove possibile intervenire previamente, il consiglio è quello di indicare la presenza  di  gatti stanziali già regolarmente accuditi, presso il Comune  e il Servizio Veterinario Asl di competenza , in modo tale da  sottoporre i felini ad interventi finalizzati al contenimento delle nascite e permettere agli stessi di vivere serenamente.”

Commenti
loading...