Roma. Seconda edizione di #ZEROHackathon. Appello per fermare la strage dei randagi per motivi sportivi

0
608

Agenpress – 200 brillanti giovani da oltre venti Paesi del mondo si riuniranno a Roma dal 2 al 4 maggio per prendere parte alla seconda edizione di #ZEROHackathon, la competizione giovanile di idee che selezionerà quest’anno le migliori proposte in tema di Sport come strumento di promozione della Pace e dello Sviluppo.

Unire l’apprendimento non formale con i valori dello Sport è l’obiettivo principale dell’iniziativa organizzata dalla SIOI – Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale in collaborazione con l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia e con il supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea e del Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI).

Lo Sport può favorire il dialogo e rivelarsi un sorprendente strumento di pace e sviluppo, oltre che un catalizzatore di valori universalmente condivisi. L’Agenda 2030 dell’ONU riconosce “il crescente contributo dello sport alla realizzazione dello sviluppo e della pace nella sua promozione della tolleranza e del rispetto e il contributo che apporta al rafforzamento delle capacità delle donne e dei giovani, degli individui e delle comunità, nonché alla salute, all’istruzione e agli obiettivi di inclusione sociale”.

#ZEROHackathon è un contest internazionale per studenti di scuola superiore e università che, riuniti in team, elaboreranno proposte di azione realizzabili e innovative sulle principali questioni globali. Le sfide saranno lanciate in occasione della Cerimonia di apertura che avrà luogo il 2 maggio al Centro di Preparazione Olimpica Acqua Acetosa “Giulio Onesti”.

Saranno presenti alla cerimonia d’apertura: Franco Frattini, Presidente della SIOI; Giovanni Malagò, Presidente del CONI; Kelly Degnan, Vice Capo Missione dell’Ambasciata USA a Roma; Sabrina Bono, Capo di Gabinetto del MIUR; Beatrice Covassi, Capo della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia; Luigi Maria Vignali, Direttore Generale per gli italiani all’estero e le politiche migratorie del MAECI; Daniela Bas, Direttore della Divisione delle Politiche Sociali e dello Sviluppo dell’Ufficio delle Nazioni Unite di New York (UNDESA); Paolo Glisenti, Commissario Generale per l’Italia a Expo Dubai 2020; Alfio Giomi, Presidente della Federazione Italiana di Atletica Leggera, Andrea Cisternino, Presidente del Comitato #UnitiperLoro.

Testimonial d’eccezione saranno i campioni olimpici Francesca Lollobrigida, pattinatrice di velocità su ghiaccio, Giovanni Pellielo, tiratore a volo, e Giacomo Lucchetti, campione italiano 250cc. Grand Prix.

Durante la Cerimonia di apertura, la SIOI in collaborazione con il Comitato #UnitiperLoro saranno promotori di un appello per fermare la strage dei randagi per motivi sportivi.

A conclusione della Cerimonia di apertura tutti i partecipanti prenderanno parte a una vera e propria staffetta organizzata in collaborazione con la FIDAL.

Palazzetto di Venezia, sede della SIOI, sarà “il campo da gioco” di #ZEROHackathon che si concluderà la mattina del 4 maggio con la presentazione delle idee progettuali nella Sala delle Conferenze Internazionali della Farnesina. Una Giuria di esperti premierà le proposte più innovative e concrete.

 

Commenti