Documento vaticano: “Il denaro deve servire, non governare”

0
204

Agenpress. Si intitola “Oeconomicae et pecuniariae quaestiones” il nuovo documento della Congregazione per la Dottrina della Fede e del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale che raccoglie “considerazioni per un discernimento etico circa alcuni aspetti dell’attuale sistema economico-finanziario”.

Le tematiche economiche e finanziarie, per progredire “sulla via di un benessere per l’uomo che sia reale ed integrale”, devono legarsi ad una chiara “fondazione etica” e al necessario “connubio fra sapere tecnico e sapienza umana”.

E’ questa una delle premesse che orienta il nuovo documento: “Oeconomicae et pecuniariae quaestiones. Considerazioni per un discernimento etico circa alcuni aspetti dell’attuale sistema economico-finanziario”. Si tratta di considerazioni, approvate da Papa Francesco, che ne ha anche ordinato la pubblicazione.

Alla presentazione del testo, nella sala stampa della Santa Sede, sono intervenuti il cardinale Peter Kodwo Appiah Turkson, prefetto del dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale e mons. Luis Francisco Ladaria Ferrer, prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede. All’incontro con i giornalisti hanno preso parte anche gli economisti Lorenzo Caprio, professore di Finanza aziendale all’Università Cattolica e Leonardo Becchetti, docente di economia politica all’Università “Tor Vergata”.

Quest’ultimo sottolinea che il sistema economico alla fine gira sulle scelte dei cittadini che consumano e risparmiano. E quindi – aggiunge il prof. Becchetti – potremmo sempre di più imparare “a votare con il portafoglio”, cioè a premiare con le nostre scelte quelle aziende che sono all’avanguardia nel creare valore sostenibile.

Commenti