Ue-Nato, Maullu (FI-Ppe): “Ennesimo tentativo di screditare Russia davanti a Ue”

0
179

Agenpress. “Nella relazione incentrata sui rapporti Ue-Russia, votata oggi durante la seduta plenaria del Parlamento europeo, si parla delle “attività della Russia in aumento”, della necessità, da parte degli Stati membri, di “rafforzare il loro approccio strategico comune nei confronti della Russia”, con l’obiettivo di rilanciare la cooperazione internazionale per contrastare le cosiddette “minacce alla sicurezza”.

Si tratta di una relazione deliberatamente antirussa, se ne accorgerebbe perfino un bambino, per cui ho deciso di non esprimere un voto favorevoe. È l’ennesimo tentativo di screditare la Russia davanti agli occhi dell’intera Europa, ed è doppiamente spregevole: con il pretesto della lotta contro le minacce ibride alla sicurezza, infatti, la relazione cerca in tutti i modi di alimentare la retorica antirussa che ammorba le istituzioni e i governi nazionali di molti Paesi europei.

Votando in maniera contraria, mi auguro di aver stimolato una parte degli eurodeputati a perseguire l’obiettivo di un progressivo riavvicinamento tra la Russia, l’Europa e la NATO, proprio come accadde durante la memorabile giornata di Pratica di Mare. In questa congiuntura, anziché tentare meschinamente di allontanare sempre più la Russia dall’Ue, si dovrebbero cercare gli strumenti per favorire un progressivo riavvicinamento, per un sistematico riallineamento dei rispettivi interessi strategici.

Come noi, la Russia è impegnata in prima persona nella lotta al terrorismo, per cui la cooperazione con Mosca non è soltanto possibile, ma anche auspicabile”. Lo afferma Stefano Maullu, eurparlamentare di Forza Italia.

Commenti