Disabilita’: da Forza Italia una proposta di legge per inserire le protesi sportive nei Lea

0
553

Agenpress. Una proposta di legge per introdurre nei livelli essenziali di assistenza previsti dal Servizio Sanitario Nazionale le protesi e tutti gli ausili alla pratica dello sport per le persone disabili.

L’iniziativa e’ stata presentata dai gruppi parlamentari di Forza Italia, con una conferenza stampa che si e’ svolta a Montecitorio e alla quale hanno partecipato, oltre agli esponenti politici, alcuni atleti paralimpici tra cui Matteo Cavagnini, capitano della Nazionale italiana di basket in carrozzella.

“E’ un tema – ha spiegato il deputato forzista Giorgio Mule’ – che sta nel dna di Forza Italia e che finora non ha avuto l’attenzione che deve avere, perche’ lo sport e’ un diritto di tutti”. La prima firmataria della proposta e’ la deputata Giusy Versace, anch’essa atletica paralimpica: “Lo sport – ha detto – viene spesso sottovalutato, il suo potere viene sottovalutato. Stiamo continuando a ricevere adesioni, non solo del nostro gruppo. L’elenco degli ausili forniti dallo Stato non prevede quelli sportivi, mentre lo sport e’ un diritto, non un lusso. L’Italia ha voluto e poi a poco a poco abbandonato la Convenzione Onu sulla disabilita’. La nostra proposta di legge – ha spiegato – e’ composta da un solo articolo, in cui si prevede di inserire nel nomenclatore nazionale le protesi e gli ausili per la pratica sportiva”.

Nell’altro ramo del parlamento, il compito di sostenere la proposta e’ di Gabriella Giammanco, che ha anche assunto un’inizativa nei confronti del governo: “Ho fatto un’interrogazione e attendo una risposta dal governo. Se volesse, il ministro della Saluta Grillo potrebbe inserire immediatamente le protesi nel nomenclatore. Dalla risposta del ministro capiremo le reali intenzioni dell’esecutivo”. “E’ un tema trascurato dalla politica – ha concluso la capogruppo Mariastella Gelmini – e noi vogliamo andare piu’ in la’, affrontando il tema dello sport a scuola. Dallo sport come lusso dobbiamo andare verso lo sport come diritto. Speriamo che questa proposta possa raccogliere la sottoscrizione di altri gruppi e diventare legge il prima possibile”.

Commenti