Crollo ponte. Renzi. Le menzogne del M5S e della Lega tutte smascherate in poche ore

0
399

Agenpress – “Il dibattito di questi giorni – inquinato da bugie penose, fabbricate ad arte per infangare il PD e renderlo il capro espiatorio di questa terribile vicenda (vedi la vicenda del finto militante dem Ciarponi) – è penoso, indegno di un Paese civile. Un governo che invece di chiedere la solidarietà nazionale, rispettare il dolore di decine di famiglie e preoccuparsi di far tornare #Genova alla normalità, si affanna a trovare un modo per dare la colpa all’opposizione non merita neppure commenti”.

E’ quanto scrive Matteo Renzi sulla sua pagina Facebook.
“Le loro menzogne, peraltro, sono state tutte smascherate in poche ore:

1) il Partito Democratico non ha preso un euro da Benetton. La Lega di Salvini invece si.

2) La convenzione del 2008 non è stata votata dal PD (che ha votato contro), ma dalla Lega e dallo stesso Matteo Salvini, allora deputato.

3) I documenti relativi alla concessione erano già stati desecretati da Graziano Delrio. Non c’era bisogno dei proclami del bugiardo Danilo Toninelli, che avrebbe invece dovuto far seguire qualche azione all’allarme della riunione di Luglio quando era già Ministro.

Ora abbiamo due strade: o la finite con le menzogne e cominciamo a confrontarci sul futuro di Genova. Oppure chi ha preso soldi, chi ha votato la convenzione, chi ha ignorato l’allarme di Luglio, chi si è opposto all’unica opera pubblica che poteva alleggerire il traffico su quel maledetto ponte ci spiega perché.
E discutiamo di questo. In Parlamento e fuori. Oltre i vostri penosi monologhi su Facebook e in tv.

Amici, la verità è rivoluzionaria.
Basta avere pazienza e tenacia e non smettere di cercarla.

Ps: grazie a tutti per la solidarietà. Ho ricevuto un enorme abbraccio da tutti voi. Che è prima di tutto un incoraggiamento a continuare senza paura.
Avanti, insieme”, conclude Renzi.

Commenti
loading...