Terremoto, Brignone (Possibile): Case non costruite e macerie ferme, continua strategia abbandono

0
115

Agenpress. “Macerie ferme da due anni, case che non vengono ricostruite, contributi di autonoma sistemazione non pagati da mesi, SAE consegnate con vergognoso ritardo e ammuffite in pochi mesi. E poi burocrazia, inchieste e tanta, tanta incompetenza. La strategia dell’abbandono. Persone costrette ad andarsene, famiglie separate, interi territori abbandonati con dolore. Una sconfitta per tutti”.

Lo dichiara la segretaria di Possibile, Beatrice Brignone, rilanciando l’articolo del ‘Corriere della Sera’ che riporta i dati disastrosi della ricostruzione post sisma nel Centro Italia con sole 350 case ricostruite.

“Chi rimane – aggiunge Brignone – si rimbocca le maniche con sempre più fatica. Domenica noi saremo di nuovo tra Visso e Amandola, per andare dai produttori con cui collaboriamo per i Pacchi Solidali che tanti di voi stanno acquistando e per verificare come procede il progetto che Possibile finanzia con il 2 per mille.

Consapevoli che di fronte a una tragedia di tale vastità, svuotiamo il mare con un cucchiaino, ma altrettanto consapevoli che non devono esserci alibi per nessuno e per non esserne complici della solitudine in cui politica e istituzioni hanno lasciato migliaia di persone”.

Commenti