Manovra. Moscovici. L’Italia riduce il deficit? Bene, ora è disposta ad ascoltarci

281

Agenpress – La Commissione Ue ha “preso nota” delle intenzioni dell’Italia di ridurre il deficit, e ora “aspettiamo altri dettagli”, perché ci deve essere un “impegno credibile, concreto e nel quadro delle regole”: lo ha detto il commissario agli affari economici Pierre Moscovici. “Noi siamo disponibili a dare flessibilità ma deve essere nelle regole, per questo il gap va ridotto ancora”.

“Non stiamo mettendo in discussione la riforma delle pensioni, sta al Governo fare le sue scelte politiche, stiamo solo cercando di assicurare il rispetto del Patto di stabilità”. ha aggiunto  Moscovici rispondendo chi gli chiedeva perché la Commissione critichi la riforma delle pensioni italiana che consente di andare in pensione con 38 anni di anzianità e consenta invece ai suoi funzionari di ritirarsi con solo 10 anni di anzianità. “Non sono sicuro che i deputati italiani abbiano bisogno di 38 anni” per andare in pensione, ha aggiunto Moscovici dicendosi “stanco” di rispondere a domande “demagogiche”.

“Il dialogo con l’Italia è in corso, diventa più intenso, vediamo un tono diverso, un diverso modo di cooperare e vediamo l’Italia disponibile ad ascoltare il nostro punto di vista e risolvere i problemi. È un passo che accogliamo con favore, e anche gli investitori hanno lo stesso feeling”.

“Ora il dialogo è cominciato davvero su metodo e sostanza. A Buenos Aires abbiamo avuto discussioni positive con Conte e Tria, e abbiamo deciso di proseguire nell’interesse generale e abbiamo dato mandato ai nostri team di lavorare in quella direzione”

Commenti
loading...