Istat. Italiani insoddisfatti per la propria vita. Peggiora l’istruzione e la salute

0
1796

Agenpress – L’Istat stima, nel rapporto Bes 2018, progressi che vanno dal lavoro e la conciliazione dei tempi di vita, con il 67% degli indicatori con variazioni positive, al benessere economico (80%) e a innovazione, ricerca e creatività (86%). Al contrario, le relazioni sociali, con oltre un terzo degli indicatori in peggioramento, è l’ambito che, per l’Istat, “mostra le maggiori criticità nel breve periodo”.
L’Istat segnala inoltre un peggioramento, sulla base degli indici compositi, nel 2017, per la voce salute e istruzione, che interrompe il trend positivo degli ultimi anni. Sono in miglioramento anche la sicurezza, il paesaggio e il patrimonio culturale e l’ambiente. “Gli indici compositi relativi alla soddisfazione per la vita, alle relazioni sociali e alla partecipazione politica mostrano un arretramento che, nel caso dei primi due, si estende anche al confronto con il 2010”, sottolinea l’Istat.

Complessivamente quasi il 40% degli indicatori per i quali è possibile il confronto mostra una variazione positiva nel dati più recenti (relativi “prevalentemente” al 2017) rispetto all’anno precedente, mentre il 31,8% peggiora e il 29,1% rimane sostanzialmente stabili.

Anche rispetto al 2010 i progressi sono diffusi al 53,4% degli indicatori (62 su 116), grazie a “deciso miglioramenti del dominio salute” (80% degli indicatori in miglioramento) e di quello ambiente. Il 36,2% dei domini, invece, peggiorano per l’Istat “evidenziando un gap rispetto al pieno recupero delle condizioni di benessere sperimentate prima dell’ultima crisi economica, specialmente per i domini relazioni sociali, paesaggio e patrimonio culturale e benessere economico”.

Commenti
loading...