Deposito GPL a Chioggia: MiSE, MIT e MiBAC sono contrari

0
106

Si auspica possa essere dichiarata la sussistenza di un’ipotesi di nullità dell’autorizzazione finale


Agenpress. Il Ministero dello Sviluppo Economico, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali sono contrari alla realizzazione del deposito costiero di prodotti petroliferi sito in Val da Rio, nel Comune di Chioggia.

È stato trasmesso dal MiSE al Consiglio di Stato un documento dove si indica chiaramente la posizione politica assunta all’indomani dell’insediamento del Ministro Luigi Di Maio. Questa posizione è profondamente diversa da quella dell’Avvocatura dello Stato, in particolare si auspica possa essere dichiarata dal Consiglio di Stato la sussistenza di un’ipotesi di nullità dell’autorizzazione finale.

Questo alla luce delle conclusioni derivanti dalla compiuta analisi del procedimento istruttorio svolto dal MiSE, che evidenziano il mancato coinvolgimento – da parte della passata amministrazione comunale del Comune di Chioggia – della Commissione di Salvaguardia di Venezia in riguardo all’autorizzazione paesaggistica.

Commenti