Pil. Pimco. Italia “in recessione tecnica, ma forse non solo tecnica”. Debito pubblico in salita

0
246

Agenpress – La situazione dell’Italia appare più grave nelle previsioni sul prossimo contesto internazionale. “Siamo in una fase globale di rallentamento e non ancora di recessione, che però ci aspettiamo nel corso dei prossimi 3-5 anni”.

Lo affermano le stime di Pimco il grande gruppo di investimenti obbligazionari statunitense. Quest’anno l’Italia registrerà una crescita zero o “leggermente negativa”.  Secondo gli analisti  anche il quarto trimestre 2018 per l’Italia dovrebbe essere in negativo, “quindi siamo in recessione tecnica, ma forse non solo tecnica”.

Il gruppo Usa, tradizionalmente molto conservativo, ritiene anche che il futuro rapporto debito/pil “non è sostenibile”.

“Il debito italiano sul Pil è chiaramente in salita, non è sostenibile in questo momento e alle condizioni attuali”, afferma Nicola Mai, responsabile della ricerca sul credito sovrano, in una conferenza a Milano sugli outlook Pimco. E il picco di ‘insostenibilità’ sarà tra 5-6 anni, quando gli attuali livelli di spread saranno completamente evidenti nei tassi dei bond italiani. I budget del governo “non sono realistici e siamo molto sopra al 2%”, aggiunge Mai: “Ci aspettiamo il ritorno di tensioni con l’Europa quando bisognerà contrattare sulle clausole di salvaguardia”, che postano un aumento dell’Iva “molto pesante”.

 

Commenti