Padri separati. Codici: per fortuna ci sono le associazioni a salvarli dai giudici

0
510

Agenpress – Una bella storia, da raccontare e da prendere come esempio. Alcuni appartamenti sequestrati a due narcotrafficanti e ad un truffatore sono stati consegnati dalla Regione Lazio a tre associazioni attive nella provincia di Roma. Una di queste, la Coop Lanterna di Diogene “Contesto Papà” di Fonte Nuova, userà i locali per fornire una soluzione abitativa temporanea ai padri separati che si trovano in difficoltà economica.

Merita risalto anche quanto successo a Napoli, dove l’Associazione Giovani per San Vincenzo ha aperto la Casa dei Papà, progetto realizzato grazie al contributo di privati con cui saranno ospitati gratuitamente papà in difficoltà.

Sono iniziative lodevoli – commenta il Segretario Nazionale di Codici Ivano Giacomelli – e chi le realizza, con sacrificio ed impegno, merita il giusto riconoscimento. Da anni la nostra Associazione si batte per aiutare i padri separati, fornendogli strumenti di tutela ed assistenza. Storie come queste che arrivano dal Lazio e dalla Campania dimostrano il ruolo sempre più importante di istituzioni ed associazioni, che sono chiamate anche a rimediare ai danni commessi sempre più frequentemente dai giudici. La realtà parla di un forte aumento dei padri separati tra i nuovi poveri – continua il Segretario Nazionale di Codici Ivano Giacomelli – sono persone in grave difficoltà economica, che a causa della separazione perdono il posto di lavoro ed anche la casa, per non parlare poi del rapporto con i figli che va in frantumi. Bene, di fronte a tutto questo la magistratura invece di aiutarli comprendendo la situazione drammatica che vivono, adotta decisioni vessatorie. Non è questa la soluzione – conclude il Segretario Nazionale di Codici Ivano Giacomelli – i padri separati vanno aiutati, non penalizzati con sentenze punitive”.

Commenti
loading...