Roma. Agricoltori e pastori in piazza a Montecitorio. Latte: Prandini, 60 cent. a litro sono un insulto

359

Agenpress – “Sessanta centesimi al litro per il latte di pecora sardo sono un insulto, non è un prezzo minimo”. Nessuna tregua, quindi, la protesta continua. “Non ci fermiamo, abbiamo bisogno di fatti e risposte concrete non di parole”, ha detto il presidente della Coldiretti Ettore Prandini oggi alla manifestazione dei pastori e degli agricoltori della Coldiretti davanti a Montecitorio. Quindi la proposta del ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio di sospendere la protesta sino al 21 febbraio, quando verrà convocato un tavolo di filiera a Roma, non sarà presa in considerazione. “Non c’è una giusta remunerazione del prezzo latte pagato alla stalla. Noi chiediamo – ha continuato Prandini – un prezzo di riconoscimento non inferiore a 1 euro”.

“L’olio è un patrimonio dell’agroalimentare italiano, la cui produzione quest’anno a causa delle gelate ha toccato il punto minimo. Abbiamo perso quasi il 65% per cento dell’intera produzione nazionale con punte nella regione Puglia del 75%. Di fronte a tutto questo chiediamo atti concreti alle istituzioni. E’ inutile continuare a convocare tavoli bisogna fare fatti”.

Commenti
loading...