Copyright, Maullu (FdI): “Con nostro voto daremo uno schiaffo a giganti del Web”

0
253

Agenpress. “Ai deputati del Parlamento Europeo è stata affidata una grande responsabilità: esprimere il proprio voto sulla riforma del Copyright, dalla quale dipenderanno le sorti di un vero e proprio esercito di creativi, di autori e di artisti, un settore che in Italia dà lavoro a 1.5 milioni di persone.

Il voto di domani, in questo senso, è ancora più significativo, perché con esso difenderemo il sacrosanto diritto alla retribuzione di tutti coloro che producono arte, cultura e sapere per il nostro Paese”.

Lo afferma Stefano Maullu, europarlamentare di Fratelli d’Italia.

“Parlare di censura o di bavaglio non ha alcun senso: qui stiamo cercando di tutelare i diritti dei creativi dall’aggressività dei giganti del web, che utilizzano il loro lavoro senza riconoscergli nulla in cambio, soltanto per il proprio interesse. Chi produce contenuti deve essere retribuito, su questo non vi è alcun dubbio. Un altro punto fondamentale è quello relativo al prelievo fiscale: non è ammissibile che i colossi del Web possano permettersi di non pagare le tasse nei singoli Stati membri, come è successo a Facebook in Italia.

Negli ultimi anni, soltanto in Italia, le tasse non pagate da Facebook sono state ben 100 milioni, una vera e propria enormità. Votare “Sì” non è soltanto un modo per rifilare un sonoro schiaffo ai giganti del web, ma significa anche schierarsi dalla parte della cultura, dalla parte della qualità dell’informazione, dalla parte dei diritti per gli autori. Chi non dovesse esprimersi in senso positivo si schiererebbe dalla parte opposta, ossia da quella della pirateria, della disinformazione e dei giganti del Web”.

Commenti
loading...