Novate. Maiali ammassati ed odori nauseabondi. Una cascina sotto accusa

0
689

Agenpress – Odori nauseabondi che costringono gli abitanti del quartiere Vialba di Milano a vivere di fatto con le finestre chiuse, maiali ed altri animali ammassati in maniera indegna. A finire sotto accusa è la Cascina Agricola di via Beltrami 19 a Novate Milanese oggetto dell’ennesimo esposto degli animalisti ed ambientalisti di AIDAA. Ecco come spiega l’iniziativa il presidente dell’Associazione Lorenzo Croce.”Quella cascina è innanzitutto un lager dove vengono tenuti ammassati i maiali senza alcuna dignità per questi animali, ed inoltre è oggetto di inquinamento ambientale, in quanto il fetore che proviene da quelle stalle non certo per colpa dei maiali che vivrebbero felici altrove, ma per colpa di allevatori che non solo ammassano gli animali in numero eccessivo ma attraverso l’impianto di areazione sparge nell’area odori che sia di giorno che di notte  rendono invivibile la vita ai cittadini del vicino quartiere milanese di Vialba e Via Vallagarina a Quarto Oggiaro per questo facendoci interpreti del doppio disagio per i cittadini e per gli animali la nostra vice presidente Salvina Inzana ha inviato una lettera alla competente ASL Veterinaria ed all’azienda ospedaliera Sacco che è proprietaria della cascina in modo che intervengano sia per evitare che gli abitanti di quella zona siano costretti a vivere con la puzza in casa, sia per garantire la sicurezza e il benessere ai maiali. Quell’allevamento – conclude Croce- va posto sotto sequestro subito”. Infatti proprio a riprova della situazione insostenibile sono apparsi dei cartelli dei residenti nella zona di Quarto Oggiaro che mettono in evidenza il disagio della popolazione ma ci sono anche richieste di verifiche della stessa struttura per verificare che i permessi sulla tenuta degli animali, infatti nella cascina ci sono oltre ai maiali, anche polli e ovini la cui situazione di benessere è oggetto della lettera della vice presidente AIDAA Salvina Inzana  portavoce del comitato dei cittadini che riportiamo per intero qui di seguito:”Con la presente la sottoscritta Inzana Salvina, Intende segnalare la insostenibile situazione di inquinamento ambientale che i residenti, sia della via Val Lagarina che delle altre vie circostanti, sono costretti a subire dalla scorsa primavera 2018. Ciò è dovuto ai miasmi della porcilaia della Cascina Agricola di via Beltrami 19, a Novate Milanese ( in linea d’aria vicinissima al nostro quartiere). L’odore, molto intenso, del letame è spesso continuo, sia di giorno ( dà la nausea) che durante le ore notturne( rendendo impossibile il riposo notturno) . Nonostante le ripetute segnalazioni all’ Arpa e alla Asl il gestore della Cascina continua ad alimentare questo inquinamento olfattivo a danno dei residenti. Da un’ ispezione compiuta da Asl ed Arpa è risultato che il n.dei maiali allevati dal gestore è molto più alto di quello dichiarato (nella cascina oltre ai suini ci sono diversi ovini, ,oche e galline.) Purtroppo la stalla dei suini ha come impianto di aereazione di grossi ventilatori posizionati sulla parete di fronte ai caseggiati della via Val Lagarina e vie limitrofe. Quando quando vengono azionati buttano l’aria sulle case oltre l’autostrada, cioè sul quartiere sopraddetto. Inoltre il corso d’acqua lì interrato, il Pudega, coinvoglia proprio verso i tombini vicino alle case, facendo pertanto un effetto camino, anche se non sembra vi vengano sversate sostanze nocive . Le speranze dei cittadini sulla buona volontà del proprietario della Cascina perché adottasse gli accorgimenti necessari al fine di bloccare le emissioni inquinanti sono state purtroppo disattese e, dopo un anno, la situazione è rimasta la stessa. Tra non molto arriverà l’estate. Dovremo ancora subire questo inquinamento olfattivo? Ringrazio per l’ attenzione. .Salvina Inzana, vicepresidente nazionale ASSOCIAZIONE ITALIANA DIFESA ANIMALI ED AMBIENTE” 

Commenti
loading...