Sblocca cantieri. Cantone (Anac). La soglia dei lavori dai 40 mila ai 200 mila con soli tre preventivi mi preoccupa”

864

Agenpress – “Stiamo discutendo un testo che ancora non c’è. Il sistema salvo intese è pericolosissimo e per me è di dubbia legittimità costituzionale, anche se non è stato individuato da questo governo, ma il fatto che il testo in discussione prevede che la soglia dei lavori dai 40 mila ai 200 mila possa essere resa ordinaria con soli tre preventivi mi preoccupa”.

Lo dice, in una intervista al Foglio, Raffaele Cantone, presidente dell’Anac sullo sblocca cantieri.  “Tutti sanno  che su questo campo le operazioni problematiche riguardano i mega-appalti, non i piccoli appalti, e anche per questo motivo arrivare a una deregulation è pericolosissimo: non è una norma utile a rimettere in moto il sistema ed è molto pericolosa dal punto di vista della trasparenza”.

La corruzione  si elimina con più efficienza, diminuendo la trasparenza sugli appalti l’efficienza non aumenta, ed è chiaro che in questo modo al funzionario scorretto stiamo regalando un’autostrada: chiedere tre preventivi per far partire un appalto è una misura di prevenzione che non serve a nulla, perché se io me li faccio portare tutti e tre da una sola persona ho risolto il problema.

Constato con dispiacere che “le regole, con questa norma,  sono un intralcio ed è un messaggio che mi preoccupa perché questa legge si applica alle opere pubbliche, quindi stiamo parlando di mettere a rischio i soldi dei cittadini. Per combattere la corruzione, se mi è concesso, servirebbe dell’altro”.

Commenti
loading...