Libia. 130 morti, 35 erano bambini. Medici denunciano violenze e stupri da parte dei militari

0
422

Agenpress – Le  vittime sarebbero salite a 130, tra cui si registrano 35 bambini. I feriti sarebbero almeno 750 di cui 200 molto gravi.

E’ quanto riferisce Foad Aodi, consigliere dell’Ordine dei medici di Roma e presidente dell’Associazione medici stranieri in Italia (Amsi) che è in contatto con medici libici in vari ospedali, i quali “denunciano anche violenze sulle donne da parte dei militari: si ha notizia di 30 donne stuprate, sei delle quali hanno perso la vita”.

Gli ospedali libici, inoltre, continuano a denunciare mancanza di strumentazione e scorte di sangue: “I medici libici dai vari nosocomi affermano che potranno prestare assistenza per non più di due settimane con il materiale ed i medicinali ad oggi ancora disponibili”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti
loading...