Striscione fascista. 29 ultras identificati, 9 sono stati denunciati

333

Agenpress –  Sono 29, complessivamente, gli ultras individuati e identificati nelle ore successive alla manifestazione non autorizzata durante la quale, ieri, a Milano, è stato esposto uno striscione di stampi neofascista in piazzale Loreto. Lo ha precisato stamani la Polizia. La Digos infatti ha accompagnato in questura 28 persone, mentre un capo ultras laziale, Carlo C., di 53 anni, l’uomo che ha chiamato il “presente” al drappello, è stato identificato da un video. Di esse, 9 sono state denunciate, 8 per i fatti di piazzale Loreto, e 1 per il possesso di un manganello telescopico.

Oltre al capo ultras riconosciuto in un video, la Digos di Milano ha individuato 13 tifosi in corso Como – tra i quali anche tre interisti, uno dei quali, Claudio M., di 36 anni, è stato denunciato per il possesso di un manganello telescopico – altri 9 in piazzale Lotto e gli altri 6 nei pressi dello stadio. Di questi ultimi, due erano a bordo di una vettura segnalata come presente in piazzale Loreto da alcuni testimoni, trovata al parcheggio degli ospiti, e 4 su un altro mezzo bloccato in via Tesio. La Digos pensa che ci siano almeno altri due mezzi coinvolti. I tre interisti trovati complessivamente in compagnia del laziali, anch’essi del gruppo ‘irriducibili’ (sono gemellati), come gli altri accompagnati che non sono stati denunciati al momento non sono ritenuti tra quelli che erano presenti in piazzale Loreto.

Commenti
loading...