L’Inps rende noti i dati relativi al Reddito di inclusione e al Reddito di cittadinanza

0
1107
Agenpress. L’importo medio mensile è di 292 euro. L’Inps rende noti i dati relativi ai 15 mesi di Rei (il Reddito di inclusione) e cioè da gennaio 2018 a marzo 2019. E’ la misura di contrasto alla povertà prima dell’introduzione del Reddito di cittadinanza.
Con il Reddito di inclusione sono stati erogati benefici economici a 506 mila nuclei familiari, coinvolgendo 1,4 milioni di persone.
La maggior parte dei Rei sono andati a nuclei residenti nelle regioni del Sud (68%), interessando il 71% delle persone coinvolte. Il 46% dei nuclei beneficiari
del Rei, che rappresentano il 50% delle persone coinvolte, risiedono in due regioni: Campania e Sicilia. A seguire Puglia, Lazio, Lombardia e Calabria, che coprono un altro 29% dei nuclei familiari e il 28% delle persone coinvolte.
Si va dai 234 euro per i beneficiari della Valle d’Aosta ai 324 euro per la Campania. Complessivamente le regioni del Sud hanno un valore medio del beneficio più alto di quelle del Nord per 50 euro (+21%) e di quelle del Centro per 33 euro (+12%).
Nel solo primo trimestre dell’anno, i nuclei familiari che hanno beneficiato del Rei sono 373 mila, che corrispondono a 970 mila persone; le nuove prestazioni decorrenti nel periodo gennaio-marzo 2019 risultano per 38 mila nuclei (95 mila persone). Per queste ultime, sempre sulla base del report Inps, l’importo medio mensile scende a 260 euro.
Dal gennaio 2018 al marzo 2019 i nuclei con minori risultano 258 mila e rappresentano il 51% dei nuclei beneficiari e coprono il 70% delle persone interessate.
I nuclei con disabili sono 93 mila e rappresentano il 18% dei nuclei beneficiari, coprendo il 18% delle persone interessate.
Per quanto riguarda invece il Reddito di cittadinanza sono finora 946.569 le domande presentate al 26 aprile.
La Campania è la regione che ha fatto registrare il maggior numero di richieste, 160.333, seguita dalla Sicilia, con 150.590 domande. Superiori alle 80mila le richieste in Lazio, Puglia e Lombardia (rispettivamente 87.500, 83.190 e 82.696). Le regioni con il minor numero di domande di Reddito di Cittadinanza sono invece la Valle D’Aosta (1.259), il Trentino (3.355) e il Molise (5.952). Per quanto riguarda i canali a disposizione per la presentazione delle domande, i CAF risultano quelli più utilizzati, con 709.521 richieste, seguiti dalle Poste (222.645) e dai patronati (14.403).
Commenti
loading...