Roma. Città Metropolitana. Politi (Lega): L’asse Raggi –Zingaretti copre gli sprechi sulle spalle dei dipendenti.

0
313
Maurizio Politi, capogruppo della Lega in assemblea capitolina

Agenpress – Questa mattina ho ricevuto la notizia che i dipendenti del Dipartimento Ambiente della Città Metropolitana sono stati obbligati al trasferimento scaglionato presso la sede dello scandaloso Palazzo Parnasi in via di Ribotta – dichiara Maurizio Politi, capogruppo della Lega  in Campidoglio.

A nulla sono valse le opposizioni dei sindacati e le rimostranze del la maggioranza dei dipendenti, entro venerdì tutti fuori. La cosa più penosa è che nonostante il Consiglio della Città Metropolitana avesse approvato  il 2 agosto 2018 la mozione n. 90 con cui impegnava il Sindaco  al mantenimento della sede di Via Tiburtina, quale presidio di prossimità della CMRC, per lo svolgimento dei propri compiti di promozione, coordinamento dello sviluppo economico e sociale e per continuare a garantire un sistema coordinato di gestione dei servizi pubblici (art. 4 Statuto), i 162 dipendenti  della sede di via Tiburtina 695 hanno dovuto cominciare la traversata di Roma verso il palazzo degli sprechi voluto dall’allora presidente della Provincia, Nicola Zingaretti”.

“Quando è venuto alla luce – afferma il Consigliere CMRC della Lega Antonio Proietti –  che la Citta Metropolitana ha dovuto investire  dei soldi per poter  sopperire alle inagibilità che il palazzo Parnasi aveva, per esempio gli ascensori non funzionanti e il piano seminterrato allagato, ho chiesto che la Commissione Trasparenza si riunisse per avere spiegazioni sull’ennesimo spreco di denaro. Perché non si è voluto investire per ristrutturare la sede di via Tiburtina e invece si è  investito altro denaro nell’immobile di Parnasi?”

“Cercando di dare voce ai dipendenti  finiti nel tritacarne politico-economico dei soliti sprechi di questa amministrazione – conclude Politi – mi chiedo comunque a quale scopo verrà destinato lo stabile di via Tiburtina, che se abbandonato rischia di essere occupato e di divenire un luogo pericoloso dove temere per la sicurezza dei residenti”.

Così in una nota congiunta Maurizio Politi capogruppo della Lega in Campidoglio  e Antonio Proietti  Consigliere  della Lega nella CMRC.

Commenti
loading...