Regione Lazio: “Torno Subito” bando per mille giovani che vogliono formarsi in Italia o all’estero

0
707
Agenpress. “Torno Subito” è un bando della regione Lazio rivolto ai giovani che vogliono fare formazione al di fuori della regione.
Sono stati stanziati 13,3 milioni di euro per almeno mille giovani che vogliono formarsi in Italia o all’estero per poi tornare nel Lazio ad applicare le nuove competenze. E’ la sesta edizione di ‘Torno Subito’, il bando è stato presentato dal presidente Nicola Zingaretti e dall’assessore alla Formazione Claudio Di Berardino.
Nell’ambito dei fondi (dal programma Por Fse), 600 mila euro sono riservati a proposte per ‘professioni della cucina e dell’enogastronomia’ e 1 milione per progetti relativi alle ‘professioni del cinema’, ha spiegato Di Berardino.
Possono partecipare italiani e stranieri residenti nel Lazio da almeno 6 mesi, tra i 18 e i 35 anni, che siano studenti universitari; laureati; studenti o diplomati delle scuole ad alta specializzazione tecnologica. Gli altri diplomati possono partecipare solo ai progetti inerenti gli ambiti professionali del cinema e della cucina ed enogastronomia (informazioni).
La Regione finanzia corsi di formazione o master fino a 7 mila euro, una indennità mensile di work experience fino a 800 euro, il rimborso forfettario per vitto e alloggio, l’assicurazione sanitaria per soggiorni in paesi extraeuropei, servizi di assistenza per persone con disabilità fino a 8 mila euro, l’indennità mensile per i tirocini nella Fase 2 (quella nel Lazio) fino a 800 euro. I progetti possono essere presentati fin da ora ed entro il 21 giugno esclusivamente on line.
“Il progetto – spiega Zingaretti – fatto insieme all’Europa, permette alle ragazze e ai ragazzi di andare all’estero, studiare e formarsi e poi tornare per portare qui le loro competenze, è uno dei tanti esempi di iniziative che si potrebbero fare se si rimettesse al centro di questo Paese la questione giovanile, che non è elemosina ma valorizzare le opportunità che una nuova generazione può dare all’Italia. Parlo di formazione, scuola, di università, di diritto allo studio – conclude Zingaretti – di valorizzazione delle competenze”.
Commenti
loading...