Gentiloni (PD). Mai così isolati in Europa. Rischiamo l’Italexit. M5S e Lega diversi e pericolosi

0
287

Agenpress – “Mi dispiace fare la Cassandra, però non siamo mai stati così isolati e a rischio in Europa. Da essere ai margini, come siamo già, a trovarsi fuori, il passo potrebbe non essere così lungo e il bivio per l’Italia potrebbe arrivare già a fine anno”.

Lo afferma l’ex premier e presidente del Pd, Paolo Gentiloni, in un’intervista al Corriere della Sera.

“Ho un po’ di timore a pronunciare questo nome, Italexit, però vedo un isolamento totale. E siccome a Bruxelles non ci saranno ribaltoni, checché ne dica la propaganda del nostro governo, alla fine il rischio che a ribaltarsi sia l’Italia è crescente. È vero che i due vice apparentemente hanno cambiato idea. Quello in maglietta non ha più la maglia “usciamo dall’Euro” e quello in cravatta non chiede più il referendum contro l’Unione, ma rimane il fatto che l’unico documento ufficiale prodotto da questo governo fu redatto dall’allora ministro Savona e diceva esplicitamente che la Ue doveva radicalmente cambiare strada e che se questo non si fosse verificato l’Italia non poteva che uscirne. Si può decidere di uscirne ma si può perfino finire fuori senza averlo deciso»”..

“Si può decidere di uscirne ma si può perfino finire fuori senza averlo deciso: non credo che David Cameron volesse l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea, eppure passerà alla storia per questo”, aggiunge Gentiloni.

“Se guardiamo ai 27 governi dell’Unione Europea noi non abbiamo governi amici se non alcuni Paesi come la Polonia o l’Ungheria con i quali non abbiamo alcun interesse comune. Ho sentito qualche giorno fa Salvini esaltare l’Ungheria di Orbán perché le tasse per le imprese sono al 9 per cento”, dice ancora.  “Provasse a dire una cosa del genere a migliaia di lavoratori di imprese italiane che si sono delocalizzate. Si domandasse Salvini quanto guadagnano i lavoratori in Ungheria. Lui non lo sa ma glielo dico io. Lo stipendio medio è di trecento euro. Quindi il suo modello è un Paese che paga i lavoratori trecento euro e fa dumping alle imprese italiane invitandole a fuggirsene in Ungheria. In pratica è come dire che i nostri soli amici sono tutt’altro che amici”.

Le forze di governo “non sono affatto identiche. Sono diverse. Ma sono diversamente pericolose. Quindi il giochino dei buoni e cattivi non lo facciamo e penso che gli elettori italiani sappiano benissimo che se cercano un’alternativa democratica di centrosinistra non la trovano certo negli alleati di Salvini”.

Su un eventuale accordo con il M5S Gentiloni spiega che “questo governo, che io chiamo nazional-populista, è una novità molto inquietante ed è una novità persino di rilievo europeo perché l’Italia è l’unico Paese che ha un esecutivo di questo tipo. Quindi a mio avviso la caduta di questo governo oltre a essere utile per il Paese è la premessa di qualsiasi strategia alternativa. In questa legislatura i giochini parlamentari rappresenterebbero un inutile accanimento terapeutico. L’Italia ha bisogno di una svolta e la svolta può partire solo dalla caduta di questo governo e solo in un nuovo Parlamento»”. .

Commenti
loading...