Tampon tax, Brignone (Possibile-Ev): D’Uva pretende di spiegare cosa fare alle donne

0
301

Agenpress. “Il capogruppo alla Camera del Movimento 5 Stelle, Francesco  D’Uva, dice che non abbassano l’IVA sugli assorbenti perché “loro” sono per l’ambiente. E, bontà sua, dice che dobbiamo usare coppette e assorbenti lavabili. A parte che pure coppette e lavabili sono tassate al 22% (la nostra proposta detassa infatti ogni tipologia di prodotto igienico), a parte che non tutte possono portare la coppetta (se l’onorevole d’Uva la indossasse come meglio ritiene, potremmo riparlarne), a parte che non è che i lavabili non inquinino, c’è solo una cosa più insopportabile di un uomo che spiega a una donna come si deve comportare su questioni che riguardano il proprio corpo: un uomo che pretende di spiegare a una donna come si deve comportare sul proprio corpo e la tratta da scema”.

 

Lo dichiara la segretaria di Possibile, Beatrice Brignone, candidata di Europa Verde alle Europee nella circoscrizione Italia centrale.

“Gli assorbenti con l’IVA al 22% inquinano – aggiunge Brignone -esattamente come se l’IVA fosse al 4%. Non è che inquinerebbero di più o che ci mettiamo a comprare compulsivamente assorbenti se costano meno. Si può certamente incentivare la ricerca, prodotti e tecniche di smaltimento più sostenibili, ma non devono pagarla le donne. E fingendo di credere alle cialtronate di D’Uva, come tutto il resto, neanche la lotta per la sostenibilità ambientale non si fa sul corpo delle donne. E non si fa tassando un assorbente come bene di lusso e ostriche e tartufi come beni di prima necessità”.

Commenti
loading...