Pasqua ortodossa. Zelensky, “Dio è grande, uno! Salva l’Ucraina per noi! Salva tutti gli ucraini!”

- Advertisement -

AgenPress – Oggi è una grande festa. E sono in un posto grande: la grande Cattedrale di Santa Sofia. Nella cattedrale, che fu posta mille anni fa sul campo della sacra battaglia, dove l’esercito della Rus-Ucraina di Kiev sconfisse i Pecheneg. Nella cattedrale, che non è stata distrutta dall’invasione dell’Orda o dall’occupazione nazista, che è sopravvissuta nonostante tutto!

Oggi tutti crediamo in una nuova vittoria per l’Ucraina. E siamo tutti convinti che non saremo distrutti da nessuna orda o malvagità.

- Advertisement -

Stiamo superando tempi bui. E in questa giornata luminosa, la maggior parte di noi e io non indossiamo abiti leggeri. Ma stiamo combattendo per un’idea brillante. Il lato positivo. E dalla nostra parte – la verità, le persone, il Signore e lo splendore celeste superiore. Il potere della protettrice del genere umano – la Vergine Oranta. Lei è sopra di me. Lei è al di sopra di tutti noi.

Il pilastro incrollabile della Chiesa di Cristo, il muro incrollabile della roccaforte principale – Kiev, il muro inamovibile dello stato. Finché c’è Oranta, c’è Sofia, e con lei sta Kyiv, e con loro – l’intera Ucraina!

Sopra l’immagine di Oranta ci sono le parole del Libro dei Salmi: “Dio è in mezzo alla città e non si smuoverà. Dio lo aiuti prima dell’alba”. In questo grande giorno, tutti noi crediamo che la nostra alba arriverà presto.

- Advertisement -

Oranta in latino significa “colui che prega”. Abbiamo pregato tutti negli ultimi due mesi. E nella risurrezione di Cristo, che simboleggia la grande vittoria della vita sulla morte, ognuno di noi ne chiede una al Signore e dice al cielo le stesse parole, le parole della grande e unica preghiera “Dio è grande, uno! Salva l’Ucraina per noi! ”

Proteggi chi ci protegge! Difendi, cieli, coloro che difendono la patria. Rafforza la volontà di coloro che ci proteggono dalla prigionia. Salva chi salva l’Ucraina. Questi sono i nostri militari, le guardie nazionali, le guardie di frontiera, la nostra difesa territoriale, l’intelligence. Questi e tutti gli altri nostri guerrieri della luce.

Aiuta coloro che li aiutano. Questi sono volontari e tutte le persone interessate. Dall’Ucraina e da tutto il mondo. Dai forza a tutti coloro che danno tutta la loro forza. Possano tutti coloro che cercano trovare sempre. Possano tutti sulla strada superarlo sempre. E che tutti coloro che fanno tutto il possibile per salvare l’Ucraina non perdano mai la fiducia che tutto sia possibile.

Salva la vita di coloro che salvano la vita degli altri. Questi sono tutti i nostri medici. I nostri vigili del fuoco, soccorritori, genieri. Possa la vittoria della vita essere un simbolo non solo di questa festa. Lascia che la vita vinca sia la battaglia nella morte ogni giorno.

Prenditi cura delle nostre madri. Dona perseveranza a coloro che aspettano un figlio o una figlia dalla guerra. Dare stabilità a chi, purtroppo, non ha aspettato il proprio figlio dal fronte. Aiuta coloro che hanno perso i loro figli in città e villaggi pacifici dove la Russia ha portato la morte a superare un dolore insopportabile.

E diamo buona salute a tutte le nostre mamme e a tutte le nostre nonne per molte, molte altre estati. Ad aspettare il loro. Aspettare la pace e la vittoria. Ad aspettare giustizia. E la felice vecchiaia che gli invasori stanno cercando di rubare loro. E invece di tessere sciarpe e maglioni per i nipoti, oggi tessono reti mimetiche. Quindi dai loro molti anni di vita pacifica.

Come i nostri genitori. Come i nostri nonni. Che una volta raccontarono ai loro nipoti della guerra, e oggi mandano i nipoti in guerra. I nostri genitori e nonni hanno costruito questo paese. Oggi lo vedono distrutto. Che vedano come la nostra terra sarà liberata e ricostruita. E dacci la forza per farlo.

Prenditi cura di tutti i nostri bambini. Regala a ogni ragazzo e a ogni ragazza una giovinezza, giovinezza, maturità e vecchiaia felici, che consentiranno almeno un po’ di liberarsi dei ricordi della loro terribile infanzia durante la guerra. Giochi spaventosi infantili a cui erano costretti a giocare. Nascondiglio, ma nel seminterrato, dalle bombe. Correva, ma dai colpi. Viaggio, ma a causa della perdita della casa, in fuga dalla guerra.     

Salva tutti gli ucraini! Non abbiamo attaccato nessuno, quindi dacci protezione. Non abbiamo mai distrutto altre nazioni, quindi non permettere a nessuno di distruggerci. Non abbiamo sequestrato le terre di altre persone, quindi non permetteteci di impadronirci delle nostre.

Salva l’Ucraina! Le sue sponde destra e sinistra in un momento in cui veniamo picchiati brutalmente sia sulla guancia destra che su quella sinistra. Alla fine dell’inverno, la primavera non è arrivata affatto da noi. Il freddo è stato portato a casa nostra. All’alba fummo portati un’oscurità opaca.

Crediamo, Dio, che nel tuo giudizio non li dimenticherai tutti. Tutti coloro che hanno dimenticato tutti i tuoi comandamenti.

Non dimenticare Bucha, Irpin, Borodyanka, Gostomel. Tutti coloro che sono sopravvissuti a crimini brutali. Dona a loro ea tutta la nostra terra la felicità umana.

Non dimenticherai Chernihiv, Nikolaev, Kherson, Sumy, Kharkiv, Uvetta, Kramatorsk e Volnovakha, Popasna. Tutti gli altri paesi e villaggi che sentono le terribili esplosioni. Ascoltiamo loro e tutti noi il saluto della vittoria.

Non dimenticare Mariupol e i suoi eroici difensori. Puoi distruggere i muri, ma non puoi distruggere le fondamenta su cui poggia lo spirito. Lo spirito dei nostri guerrieri. Lo spirito di tutto il paese.

Vediamo terribili scene di guerra. Vediamo un’immagine felice del mondo.

Siamo sottoposti a severi test. Raggiungiamo una giusta fine su questa strada: l’inizio di una vita felice e prosperità dell’Ucraina!

I nostri cuori sono pieni di rabbia feroce. Le nostre anime sono piene di odio feroce per gli invasori e tutto ciò che hanno fatto. Non lasciare che la rabbia ci distrugga dall’interno. Trasformalo nelle nostre realizzazioni dall’esterno. Trasformalo in una forza buona per sconfiggere le forze del male.

Proteggici da conflitti e divisioni. Non perdiamo l’unità.

Rafforza la nostra volontà e il nostro spirito. Non perdiamoci. Non perdiamo la nostra sete di libertà. Quindi non perdiamo il nostro zelo per una lotta retta. Non perdiamo la speranza di vittoria e il senso di autostima, e quindi non perdiamo la nostra stessa libertà. Non perdere l’Ucraina. Quindi non perdere la fede.

Cari ucraini!

L’anno scorso abbiamo festeggiato la Pasqua in casa a causa della pandemia. Quest’anno celebriamo di nuovo la risurrezione di Cristo, non come al solito. A causa di un altro virus. A causa della peste chiamata guerra.

Sia la minaccia dell’anno scorso che quella attuale sono unite da una cosa: nulla sarà in grado di sconfiggere l’Ucraina.

La grande festa di oggi ci dà una grande speranza e una fede incrollabile che la luce vincerà le tenebre, il bene vincerà il male, la vita vincerà la morte e, quindi, l’Ucraina vincerà sicuramente!

E a Pasqua chiediamo a Dio una grande grazia, affinché il nostro grande sogno si avveri: questo è un altro grande giorno, il giorno in cui una grande pace arriverà in Ucraina. E con lui – eterna armonia e prosperità.

Con fede e fiducia in questo, mi congratulo con tutti voi per la Pasqua e la Pasqua.

Mantieniti. Prenditi cura dei tuoi cari. Prenditi cura dell’Ucraina!

Cristo è risorto!

Egli è davvero risorto.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati