Polonia: “commissione internazionale”, per crimini di guerra della Russia, “Stato totalitario-fascista”

- Advertisement -

AgenPress – Il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki ha affermato che il ritrovamento dei corpi di civili a Bucha e Irpin, alcuni con le mani legate dietro la schiena, dovrebbe essere classificato come genocidio.

Le autorità ucraine hanno scoperto i corpi di circa 300 persone in diverse città dopo il ritiro russo. 

- Advertisement -

Morawiecki descrive l’invasione russa dell’Ucraina come “puro male” e afferma che il presidente russo Vladimir Putin sarà fermato solo imponendo sanzioni più severe.

Proponiamo di istituire una commissione internazionale per indagare sui crimini nelle città ucraine”, ha detto Morawiecki in una conferenza stampa a Varsavia

Morawiecki ha invitato i paesi dell’UE a confiscare i beni degli oligarchi russi e afferma che la dipendenza della Germania dall’energia russa nel corso degli anni ha contribuito a rafforzare la Russia.

- Advertisement -

Ha anche messo in dubbio se i negoziati del presidente francese Emmanuel Macron con Putin abbiano portato a qualcosa.

Alla domanda sulla posizione dell’Ungheria sulla Russia, Morawiecki afferma che la quarta vittoria elettorale di Viktor Orban dovrebbe essere rispettata e che Budapest sostiene le sanzioni. È la Germania il principale ostacolo alle sanzioni”.

Bucha, Irpin, Hostomel e Motyzhyn sono i luoghi che ricorderemo. I russi hanno commesso il crimine di genocidio. Deve essere adeguatamente documentato e giudicato”, ha aggiunto Morawiecki in un tweet. 

Nel suo discorso, ha definito la Russia uno “Stato totalitario-fascista” che deve essere fermato dalla NATO e dall’UE.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati