Polonia. Vernice rossa contro l’ambasciatore russo Sergei Andreev al cimitero di Varsavia

- Advertisement -

AgenPress – L’ambasciatore russo in Polonia Sergei Andreev è stato cosparso di vernice rossa mentre cercava di deporre una corona di fiori nel cimitero dei soldati sovietici a Varsavia, ha riferito lunedì l’agenzia di stampa statale russa RIA Novosti.

Il diplomatico stava deponendo fiori al cimitero dei soldati sovietici nella capitale, quando è arrivato un gruppo di manifestanti che prima gli ha strappato i fiori dalle mani e poi lo ha imbrattato con la vernice rossa. Molti manifestanti  avevano bandiere ucraine ed altri indossavano lenzuola bianche imbrattate di vernice rossa a rappresentare il sangue versato durante la guerra.

- Advertisement -

Secondo RIA Novosti, polacchi e ucraini hanno bloccato il percorso del diplomatico. Andreev è stato accompagnato dalla polizia fuori dal cimitero. In seguito ha detto di non essere ferito.

“Dobbiamo ancora capirlo. Forse solo un graffio, ma né io né la squadra siamo rimasti gravemente infortunati”, ha detto Andreev, citato da RIA Novosti.

Facendo riferimento all’incidente, la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha affermato tramite Telegram che “i fan del neonazismo hanno mostrato ancora una volta la loro faccia – ed è sanguinante”.

- Advertisement -

“La demolizione dei monumenti agli eroi della seconda guerra mondiale, la profanazione delle tombe e ora l’interruzione della cerimonia della deposizione dei fiori in un giorno sacro, celebrato da ogni persona rispettabile, si rivela ovvio: l’Occidente ha stabilito un percorso per la reincarnazione del fascismo”, ha detto.

L’ambasciata russa in Polonia ha dichiarato che avrebbe protestato contro l’attacco all’ambasciatore.

“Faremo una protesta formale, anche se credo che le autorità siano state informate dei nostri piani. Quando non ci hanno consigliato di organizzare un evento più ampio, li abbiamo incontrati a metà strada e non ci siamo aggravati. Non restava che garantire l’ordine elementare, sembrerebbe”, ha detto Andreev.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati