Prescrizione. L’allarme di Mammone, rischio incremento carico penale, 20-25mila processi l’anno

- Advertisement -

Agenpress – A seguito  della riforma della prescrizione c’è il rischio di un  “significativo incremento del carico penale per via del venir  meno delle prescrizioni che maturano in appello, circa  20-25mila processi l’anno, (vicino al 50%) che difficilmente  potrebbe essere trattato. Risulta pertanto necessario porre  allo studio e attuare le più opportune soluzioni normative”.

Lo ha detto il Primo Presidente della Corte Suprema di  cassazione, Giovanni Mammone, nel corso della inaugurazione  dell’Anno giudiziario, in corso nell’Aula Magna del Palazzo  di giustizia di Piazza Cavour a Roma, alla presenza del  Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del Presidente  del Consiglio, Giuseppe Conte, del ministro della Giustizia  Alfonso Bonafede, del Presidente del Consiglio Nazionale  Forense, Andrea Mascherin, con la partecipazione anche di una  rappresentanza degli studenti del Liceo Scientifico Talete di  Roma.

- Advertisement -

In Italia sono qusi 6 milioni i processi aperti tra civile e penale. Giovanni Mammone  ha citato i numeri al 30 giugno 2019: 3.312.263 i procedimenti civili – in calo del 4,8 per cento sull’anno precedente – e 2.675.633 quelli penali, in calo del 4%. Per quanto riguarda l’afflusso di nuove cause, nel civile c’è stato un decremento pari a -1,4%  e nel penale pari a -2,6%.

“È auspicabile che intervengano misure legislative in grado di accelerare il processo, in quanto ferma è la convinzione che sia la conformazione stessa del giudizio penale a dilatare oltremodo i tempi processuali”. Per Mammone “è tuttavia necessario che le concrete misure acceleratorie vengano adottate non solo nella parte del processo successiva al primo grado, ora non più coperta dalla prescrizione, ma anche in quella anteriore, soprattutto nelle fasi dell’indagine e dell’udienza preliminare, in cui si verificano le maggiori criticità che determinano la dispersione dei tempi e la maturazione della prescrizione”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati