Putin a Macron e Scholz: “Pronti a sbloccare i porti trattare con Kiev”. Replica: liberate i 2500 Azov

- Advertisement -

AgenPress – Vladimir Putin ha discusso della situazione in Ucraina con il presidente francese Emmanuel Macron e con il cancelliere tedesco Olaf Scholz. Lo fa sapere il Cremlino, precisando che il leader russo ha spiegato che la Russia è pronta a facilitare soluzioni per l’esportazione senza ostacoli del grano. incluso quello ucraino, dai porti sul Mar Nero.

“La Russia è pronta a riprendere il dialogo con l’Ucraina”. Ha però avvertito che la fornitura di armi a Kiev da parte dei Paesi occidentali “rischia di creare una ulteriore destabilizzazione» e un ulteriore “aggravamento della crisi umanitaria”. I due leader europei hanno chiesto a Putin di aprire negoziati diretti e seri” con Kiev e “hanno ribadito l’esigenza di un cessate il fuoco e hanno “fatto appello a Putin affinché accetti un dialogo diretto con il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, nei tempi più rapidi”.

- Advertisement -

La telefonata giunge dopo che oggi, 28 maggio, un’indiscrezione del Paìs ha rivelato che l’Ue sarebbe pronta a portare delle navi nel porto di Odessa per recuperare il grano ostaggio della Russia e scongiurare una crisi alimentare nel bacino del Mediterraneo.

Macron e Scholz hanno chiesto a Putin di liberare i 2.500 combattenti dell’Azovstal.  I due leader occidentali hanno “insistito sul fatto che qualsiasi soluzione alla guerra deve essere negoziata fra Mosca e Kiev, nel rispetto della sovranità e dell’integrità territoriale dell’Ucraina”.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati