Roma. Si era lanciata dal balcone ieri, morta la studentessa di 16 anni. Forse un brutto voto la causa

- Advertisement -

AgenPress –  Laura, la 16enne si sarebbe lanciata dalla finestra della sua casa in via Mattia Battistini in zona Boccea. Tra le ipotesi più probabili quella del gesto volontario, tra i suoi quaderni, nello zaino, sarebbe stato trovato un compito andato male.

A dare l’allarme è stato un condomino della palazzina che ha sentito il rumore sordo della caduta, si è affacciato e ha visto la giovane a terra, nel cortile, ferita e sanguinate e ha chiamato i soccorsi. I genitori erano al lavoro, in casa con la ragazza al momento in cui si è consumato il dramma c’era il fratello 19enne che stava dormendo e ha riferito di non essersi accorto di nulla. Nell’appartamento non sono stati trovati segni di colluttazione né biglietti d’addio.

- Advertisement -

Nella camera c’erano tutti gli effetti personali della ragazza che ieri non era andata a scuola. Nel suo zaino, inoltre, sarebbe stato trovato un compito con un brutto voto.

 La ragazza era stata ricoverata e operata d’urgenza ieri pomeriggio al policlinico Agostino Gemelli della Capitale. Ascoltati dagli investigatori nella giornata di ieri familiari e amici.

Si attende l’esame del telefonino e del personal computer per analizzare le chat e i social network e capire se ci siano elementi che possano far pensare a un malessere psicologico.

- Advertisement -

Laura era una campionessa di canottaggio: si allenava al lago di Paola a Sabaudia. L’ultima medaglia l’aveva conquistata sabato scorso. Il papà è Federico Gennaccari, giornalista del quotidiano il Secolo.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati