Russia. Cerimonia funebre per la perdita della nave ammiraglia Moskva. “Era un simbolo”

- Advertisement -

AgenPress – La Russia ha tenuto una cerimonia per  la perdita della sua ammiraglia della flotta del Mar Nero Moskva, l’incrociatore missilistico affondato giovedì dopo l’esplosione di munizioni a bordo.

La cerimonia si è svolta a Sebastopoli, la base della flotta nella Crimea annessa alla Russia.

- Advertisement -

L’Ucraina dice di aver colpito la Moscova con due missili anti-nave, che hanno dato fuoco alla nave.

Il ministero della Difesa russo ha denunciato l’incendio senza specificarne la causa e ha affermato che l’incendio ha fatto esplodere le munizioni a bordo. È affondato in una tempesta mentre veniva rimorchiato a Sebastopoli, ha detto il ministero.

Alla cerimonia, il capitano  Sergei Gorbaciov ha affermato che la Moscova “era un simbolo per tutti, simbolo del nostro potere, della nostra speranza, della rinascita della flotta negli anni ’90”.

- Advertisement -

E un sacerdote ha detto che la perdita della Moscova è stata “una tragedia per tutte quelle decine di migliaia di persone che vi hanno servito per oltre 20 anni”.

La nave di costruzione sovietica stava svolgendo un ruolo importante nel coordinamento delle operazioni della flotta al largo dell’Ucraina.

La Russia non ha fornito dati sulle vittime riguardanti la Moscova. Il ministero della Difesa ha affermato che l’equipaggio è stato salvato da altre navi della flotta nell’area.

Nessun totale è stato fornito per l’equipaggio a bordo in quel momento: varie fonti stimano che fosse 510.

Il governatore di Sebastopoli Mikhail Razvozhayev ha detto che “l’equipaggio è stato evacuato, sono stati salvati. Questa è la cosa principale. Aspettiamo i nostri eroi a Sebastopoli”.

Ilya Ponomaryov, un ex parlamentare russo che ora vive a Kiev, sostiene che solo 58 membri dell’equipaggio su 510 sono sopravvissuti. Ma non è chiaro da dove abbia preso quella cifra.

Rapporti ucraini – non confermati – affermano che il capitano della nave Anton Kuprin è stato tra coloro che sono morti quando la nave ha preso fuoco ed è esplosa.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati