Dati Covid in tempo Reale

All countries
194,835,316
Confermati
Updated on 26 July 2021 04:50
All countries
175,058,564
Ricoverati
Updated on 26 July 2021 04:50
All countries
4,175,129
Morti
Updated on 26 July 2021 04:50

Russia. Registrato il primo vaccino anti-coronavirus per animali al mondo

- Advertisement -
- Advertisement -

Agenpress – Il primo vaccino animale al mondo contro COVID-19, sviluppato dagli scienziati del Servizio federale per la sorveglianza veterinaria e fitosanitaria (Rosselkhoznadzor), è stato registrato in Russia, ha detto ai giornalisti il ​​vice capo del cane da guardia Konstantin Savenkov.

“Carnivak-Cov, un vaccino inattivato con sorbato contro l’infezione da coronavirus (COVID-19) per animali carnivori, sviluppato dal Centro federale per la salute animale di Rosselkhoznadzor, è stato registrato in Russia. Finora, è il primo e unico prodotto al mondo per la prevenzione COVID-19 negli animali “, ha detto.

La produzione di massa del primo vaccino animale al mondo contro COVID-19 potrebbe essere lanciata già ad aprile, sulla base della più grande piattaforma del paese per la produzione di prodotti veterinari: il Centro federale per la salute animale, ha detto il funzionario.

Secondo Savenkov, gli studi clinici su Carnivak sono iniziati lo scorso ottobre e hanno coinvolto cani, gatti, volpi e volpi artiche, visoni e altri animali.

“Il risultato della ricerca ci dà motivi per concludere che il vaccino è sicuro e ha un forte effetto immunogenico, perché tutti gli animali vaccinati hanno sviluppato anticorpi contro il nuovo coronavirus nel 100%.

Secondo Savenkov, gli scienziati russi continuano la loro ricerca nel tentativo di scoprire quanto dura l’effetto del vaccino.

“Al momento, si stima che durerà non meno di sei mesi”, ha detto.

Altri paesi interessati

Altri paesi hanno già mostrato interesse per il vaccino anti-coronavirus per animali, sviluppato da scienziati russi, ha detto ai giornalisti Konstantin Savenkov.

“Poiché i casi di COVID-19 sono registrati in animali in molti paesi del mondo, gli acquisti del vaccino del Centro federale per la salute animale sono pianificati da aziende di allevamento di animali domestici e aziende commerciali provenienti da Grecia, Polonia e Austria. Società da Stati Uniti, Canada e Singapore hanno anche dimostrato interesse per Carnivak-Cov “, ha detto.

Secondo l’Organizzazione mondiale per la salute animale, alcune specie animali sono sensibili al COVID-19. I casi della malattia sono stati registrati in vari animali in tutto il mondo. Ogni settimana, i paesi informano l’Organizzazione mondiale per la salute animale sui casi animali di COVID-19 sul loro territorio. La scorsa settimana, l’organizzazione ha ricevuto informazioni su tre casi simili in Messico e uno in Brasile.

Inoltre, focolai di massa di COVID-19 sono stati registrati in precedenza negli allevamenti di animali da pelliccia. Il 4 novembre 2020, il governo danese ha preso la decisione di sterminare 17 milioni di visoni per timore che potessero infettare gli esseri umani con il coronavirus mutato. Secondo Savenkov, finora in Russia sono stati registrati due casi della nuova infezione da coronavirus nei gatti: a Mosca e Tyumen (Siberia occidentale).

“Secondo gli scienziati russi, l’uso del vaccino può prevenire ulteriori mutazioni del virus, che spesso si verificano durante la trasmissione inter-specifica del patogeno. Allo stesso tempo, va notato che finora non ci sono state prove della nuova trasmissione del coronavirus dagli animali all’uomo, come ha più volte affermato l’Organizzazione mondiale della sanità “, ha detto il funzionario russo.

Nelle sue parole, gli animali possono anche contrarre altri coronavirus, diversi da SARS-CoV-2 che causa COVID-19.

Altre News

Articoli Correlati