- Advertisement -

Agenpress. Un “cantante” che incita all’odio e alla violenza contro le donne. Per un anno ho lavorato con Giulia Bongiorno per far approvare la legge sul Codice rosso.

Oggi leggo che la Rai e il più importante festival della canzone italiana, usando denaro pubblico, sdoganano femminicidio e stupro. Non ho parole: mi auguro che questo tizio non metta mai piede sul palco di Sanremo.

E’ quanto dichiara Matteo Salvini, pubblicando un post su Facebook, in merito alla partecipazione di Junior Cally al Festival di Sanremo.