Agenpress. Un “cantante” che incita all’odio e alla violenza contro le donne. Per un anno ho lavorato con Giulia Bongiorno per far approvare la legge sul Codice rosso.

Oggi leggo che la Rai e il più importante festival della canzone italiana, usando denaro pubblico, sdoganano femminicidio e stupro. Non ho parole: mi auguro che questo tizio non metta mai piede sul palco di Sanremo.

- Advertisement -

E’ quanto dichiara Matteo Salvini, pubblicando un post su Facebook, in merito alla partecipazione di Junior Cally al Festival di Sanremo.