Dati Covid in tempo Reale

All countries
178,195,929
Confermati
Updated on 18 June 2021 03:13
All countries
160,972,089
Ricoverati
Updated on 18 June 2021 03:13
All countries
3,857,794
Morti
Updated on 18 June 2021 03:13

Salvini vuole riunire il centrodestra in Europa. La replica di FI e FDI

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress –  “In Italia il centrodestra è unito ma tutto ciò non può essere trasportato in Ue: per il Ppe è impossibile fare un accordo con Id. Non possiamo rinunciare alla nostra identità”.

Lo dice vicepresidente del Ppe, Antonio Tajani, commentando la proposta di Matteo Salvini di unire i tre gruppi per essere determinanti nel Parlamento europeo, Id, Ecr e Ppe con Orban,  e sconfiggere “le sinistre delle tasse e della burocrazia”. Spero che nessuno abbia gelosie o chiusure, perché in gioco c’è l’Europa”.

Per Tajani “Salvini fa parte del governo Draghi e ha fatto una scelta europeista, altri no: Afd e Le Pen che sono alternativi culturalmente a noi, sono antieuropeisti. L’ accordo vincente contro la sinistra è quello che portò alla mia elezione a presidente del Pe tra Ppe, Conservatori e Liberali”.

Carlo Fidanza, capo della delegazione FdI al Parlamento europeo, ricorda  a Salvini che quel lavoro di raccordo delle forze “anti-sinistra” lo sta facendo da mesi Giorgia Meloni, guida dei conservatori europei, forza, definita da Fidanza, “baricentro” di ogni allargamento al centro in Europa.

Salvini replica che “è una proposta”, di buon senso: “noi siamo in Italia e in Europa il primo partito. Potremmo fregarcene e andare avanti così. Ma dico che c’è bisogno di unità, di smussare le divergenze e di lavorare insieme” su lavoro, famiglia, occupazione dei giovani, sulla stessa Unione europea. “Io penso che semplificare la politica sia in Italia che in Ue sia un dovere”, aggiunge rifiutando poi accuse e distinguo sul sovranismo. E lo fa partendo dal “mai” di Antonio Tajani, ad un’alleanza con la Le Pen: “in democrazia – chiede – cosa è che conta? Conta il parere dei cittadini e Marine Le Pen, se si votasse stasera, sarebbe presidente della democrazia francese.

Salvini dice basta, soprattutto, alle etichette sul sovranismo: “parliamo di temi veri, come vediamo la famiglia, la cultura, l’Ue… Sovranisti? E qual è il problema? Se mi eleggono gli italiani e io penso prima a loro è sovranismo? Sono etichette, mentre noi non dobbiamo perdere meno tempo per dare etichette e litigare”.

Altre News

Articoli Correlati