Sanzioni alla Russia. Banca centrale, iniziano a colpire economia con cambiamenti strutturali

- Advertisement -

AgenPress – La Russia deve affrontare “nel secondo trimestre e nell’inizio del terzo”, “cambiamenti strutturali della sua economia” a seguito delle sanzioni imposte dopo il conflitto in Ucraina, cambiando il suo “modello di business”. Lo ha affermato, come riportano la Bloomberg e la Tass, la governatrice della Banca centrale Elvira Nabiullina intervenendo alla Duma, la camera bassa del Parlamento russo.

La governatrice, nel suo primo articolato discorso dal varo delle sanzioni, ha sottolineato come la banca centrale ammorbiderà gradualmente il controllo dei capitali e semplificherà le regole sui cambi per gli esportatori. Un ruolo cruciale lo giocherà anche il rublo digitale, per le transazioni fra le banche cui già hanno aderito cinque istituti di credito. 

- Advertisement -

Le sanzioni  “hanno colpito in un primo momento il mercato finanziario anche se ora avranno un impatto più forte sull’economia” russa, ha aggiunto  e secondo la quale “il periodo in cui l’economia possa vivere sulle scorte è limitato”. La governatrice ha sottolineato come la banca centrale non “proverà ad abbassare l’inflazione a ogni costo perché questo limiterebbe l’adattamento dell’economia” alla nuova situazione caratterizzata dalle sanzioni.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati