Sequestro di valuta all’aeroporto di Genova

- Advertisement -

AgenPress. Prosegue l’attività di contrasto al trasferimento illegale di valuta attuata attraverso un coordinato piano d’azione condotto dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli.

Tali attività, negli ultimi mesi sono state ulteriormente ampliate in considerazione del conflitto russo-ucraino, prevedendo attenti controlli dei passeggeri, finalizzati soprattutto al contrasto del traffico transfrontaliero di valuta.

- Advertisement -

I funzionari dell’Ufficio delle Dogane Di Genova, in collaborazione con i militari della Guardia di Finanza, in servizio presso l’Aeroporto C. Colombo di Genova, hanno sequestrato banconote di diversa valuta, per un valore complessivo di circa 29.000 €.

Alla domanda canonica “Nulla da dichiarare?” un passeggero di nazionalità russa, in partenza con un volo privato diretto in Grecia, ha risposto di trasportare denaro contante per meno di 10mila euro. Dai controlli dei funzionari e dei militari al bagaglio personale del passeggero sono stati però rinvenuti circa 29.000 euro.

Applicando la normativa valutaria sull’obbligatorietà della dichiarazione in dogana per i trasferimenti di denaro pari o superiori a 10.000 euro, è stato dunque sequestrato il 15% dell’eccedenza della somma non dichiarata, per un valore complessivo di circa 2.800 euro.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati