Siccità. Vincenzi (Anbi), chiede lo stato di calamità e cabina di regia con a capo la Protezione civile

- Advertisement -

AgenPress – “Chiediamo lo stato di calamità e una cabina di regia con a capo la Protezione civile, che regolarizzi in tutti i bacini idrografici quelli che sono i rilasci da monte e ai prelievi a valle. Se tutto questo non viene fatto si creano conflitti sulla risorsa, sugli usi, tra i territori”.

Così il presidente dell’Associazione nazionale Consorzi di gestione e tutela del territorio e acque irrigue (Anbi), Francesco Vincenzi, intervenuto nel corso di una iniziativa promossa dalla Coldiretti di Basilicata.

- Advertisement -

 “Il Governo  ci ha convocato, sta ragionando sul come affrontare la tematica e auspichiamo che in sede di conferenza Stato-Regioni, insieme allo stesso Governo, si prendano quelle decisioni tali da far nascere lo stato di emergenza e, dall’altra parte, trovare le risorse per fare quegli interventi urgenti e indifferibili che metterebbero – non dico in sicurezza immediata – i nostri territori, in relazione ai cambiamenti climatici che darebbero al nostro Paese una prima risposta. Ma soprattutto occorre creare, in buona parte del Paese, una rete di invasi e insieme a Coldiretti, un piano laghetti, che ci permetta di trattenere l’acqua quando piove e distribuirla quando ne abbiamo bisogno. Tutto questo – ha concluso Vincenzi – dovrebbe portare a un aumento del trattenimento dell’acqua da un 10 a un 30 per cento”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati