Sindacalista morto investito. Trascinato per una ventina di metri. Draghi “addolorato”

- Advertisement -

AgenPress – “Quel camion lo ha trascinato per una ventina di metri, il conducente non può non essersene accorto”.

Lo dicono i lavoratori che hanno assistito all’incidente in cui questa mattina davanti ai cancelli della Lidl di Biandrate (Novara) è morto il sindacalista 37enne Adil Belakhdim dei SiCobas. Il camion ha urtato anche altri due manifestanti, ferendoli, che si trovano ora in ospedale. Secondo quanto si apprende, le loro condizioni non sarebbero gravi.

- Advertisement -

Cgil, Cisl e Uil proclamano due giorni di sciopero ‘in presenza’, domani e dopodomani, dei lavoratori di tutte le aziende del polo logistico di Biandrate (Novara)

“Sono molto addolorato per la morte di Adil Belakhdim. È necessario che si faccia subito luce sull’accaduto”, ha detto il premier Mario Draghi al suo arrivo a Barcellona.

“E’ una tragedia del lavoro inaccettabile per un Paese moderno e civile. Non si può morire mentre si manifesta per i propri diritti. Il diritto allo sciopero è sancito dalla nostra Costituzione e va rispettato e tutelato con ogni mezzo. Mi auguro che su quanto accaduto a Novara, venga fatta immediata chiarezza. Ai familiari di Adil Belakhdim giunga la mia vicinanza”, ha dichiarato il presidente del Senato, Elisabetta Casellati.

- Advertisement -

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati