Sottosegretario Borgonzoni, “La collaborazione tra Stati a tutela del patrimonio mondiale questione prioritaria”

- Advertisement -

AgenPress. Un incontro per rafforzare la già proficua collaborazione, quello che si è tenuto questa mattina tra il Sottosegretario di Stato per la Cultura Lucia Borgonzoni e il Direttore Generale del Centro internazionale di studi per la conservazione e il restauro dei beni culturali (ICCROM) Webber Ndoro, accompagnato dal Presidente del Consiglio di ICCROM, John Robbins.

«ICCROM, con il suo impegno nella conservazione del patrimonio culturale mondiale tramite attività di formazione, informazione, ricerca, cooperazione e sensibilizzazione – ha sottolineato il Sottosegretario Borgonzoni – è una presenza fondamentale per l’Italia che l’ha sostenuta sin dalla sua nascita, a dimostrazione di quanto per il nostro Paese la collaborazione internazionale in materia culturale sia una priorità. ICCROM è parte attiva della famiglia UNESCO, organizzazione a cui l’Italia tiene enormemente».

- Advertisement -

Al centro del colloquio, anche i temi relativi ai modelli di innovazione tecnologica e i progetti sperimentali in corso al Colosseo e a Pompei sui monitoraggi plurisistemici per la manutenzione programmata del patrimonio culturale da poter replicare per altri siti nel mondo, alla realizzazione, con i fondi del PNRR, del Centro Funzionale Nazionale per la Tutela dei Beni Culturali dai Rischi Umani e Naturali (CEFURISC), la prima piattaforma finalizzata a raccogliere tutte le informazioni riguardanti la salvaguardia dei beni culturali dai rischi di natura antropica e naturale oltre alle attività innovative per la preservazione e la fruizione dell’archeologia subacquea.

Borgonzoni ha poi ribadito il pieno appoggio da parte del Ministero della Cultura per una maggiore diffusione tra Paesi delle buone pratiche per la tutela e la valorizzazione dei beni UNESCO e delle competenze acquisite dall’Italia nella predisposizione dei dossier relativi alle candidature.

Infine, in vista del 50esimo anniversario della Convenzione UNESCO del 1972 che si terrà a Firenze dal 16 al 18 novembre 2022, «un appuntamento importante – ha concluso il Sottosegretario – per il quale contiamo sulla partecipazione di ICCROM», si svolgerà in Sud Africa, il prossimo 25 maggio, un incontro organizzato proprio dall’organizzazione durante il quale verrà lanciato il Youth.Heritage.Africa Programme. In quell’occasione Borgonzoni presenterà i progetti di innovazione tecnologica in corso di realizzazione per la salvaguardia del patrimonio archeologico e storico-artistico italiano.

- Advertisement -

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati