Texas. 18enne spara ed uccide 18 bambini e tre adulti in una scuola elementare. Ucciso dalle forze dell’ordine

- Advertisement -

AgenPress – Un uomo armato di 18 anni ha aperto il fuoco martedì in una scuola elementare del Texas, uccidendo almeno 18 bambini mentre andava di classe in classe, hanno detto i funzionari, nella sparatoria più mortale in quasi un decennio e il ultimo momento raccapricciante per un paese segnato da una serie di massacri. L’aggressore è stato ucciso dalle forze dell’ordine.

Il 18enne si chiamava Salvador Ramos, aveva prima sparato a sua nonna,   ed è  ricoverata in ospedale in condizioni critiche.

- Advertisement -

Il bilancio delle vittime includeva anche tre adulti, hanno detto le autorità. Il governatore Greg Abbott ha detto che uno dei due era un insegnante.

L’assalto alla Robb Elementary School nella città fortemente latina di Uvalde è stata la sparatoria più mortale in una scuola statunitense da quando un uomo armato ha ucciso 20 bambini e sei adulti alla Sandy Hook Elementary di Newtown, nel Connecticut, nel dicembre 2012.

I media locali riferiscono che potrebbe essere stato uno studente delle superiori della zona.

- Advertisement -

Il capo della polizia del distretto scolastico indipendente di Uvalde, Pete Arredondo, ha affermato che la sparatoria è iniziata martedì alle 11:32 ora locale e che gli investigatori ritengono che l’aggressore “abbia agito da solo durante questo crimine atroce”.

Il governatore del Texas Greg Abbott ha detto che l’assassino, che ha chiamato Salvador Ramos, ha abbandonato un veicolo prima di entrare nella scuola per aprire il fuoco “orribilmente, incomprensibilmente”.

Uno degli adulti uccisi era un’insegnante, che è stata nominata dai media statunitensi come Eva Mireles. La sua pagina sul sito web del distretto scolastico diceva che aveva una figlia al college e adorava correre e fare escursioni.

Quasi 500 alunni sono iscritti alla scuola prevalentemente ispanica a circa 85 miglia (135 km) a ovest della città di San Antonio.

Poche ore prima di compiere la strage nella scuola elementare di Uvalde, in Texas, il killer ha inviato un messaggio criptico a una sconosciuta su Instagram nel quale affermava: “Sto per…”. Lo riportano i media Usa, sottolineando che su Instagram Salvador Ramos era conosciuto come “Salv8dor_”. Sul suo account, bloccato non appena è stato diffuso il suo nome, aveva pubblicato un selfie e altre foto di armi, di cui una con due fucili uno a fianco all’altro. Il messaggio criptico lo aveva inviato a una ragazza sconosciuta che non vive in Texas. Il killer l’aveva contatta il 12 maggio e le aveva detto di “ripostare” le foto delle sue pistole. Al messaggio “sto per…”, inviato alle 5.43 del mattino di martedì, la ragazza aveva risposto: “Cosa?”. Il killer le aveva risposto: “Te lo dirò prima delle 11”. Un’ora dopo le aveva scritto ancora: “Ho un piccolo segreto che voglio dirti”. Il suo ultimo messaggio alla ragazza era stato alle 9.16.

Il killer avrebbe inviato foto di armi e munizioni anche a un suo ex compagno di classe. Lo racconta lo stesso ex compagno a Cnn. “Mi ha mandato una foto di un fucile AR-15 che stava usando con delle munizioni”, ha dichiarato riferendo che Ramos veniva deriso da altri studenti del liceo per gli abiti che indossava e la situazione finanziaria della sua famiglia.

Il killer lavorava da Wendy’s, catena di ristoranti Usa con un punto vendita non lontano dal luogo della strage. “Era un tipo silenzioso, non diceva molto e non socializzava con altri dipendenti”, riferisce il manager del locale Adrian Mendes.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati