Dati Covid in tempo Reale

All countries
524,246,136
Confermati
Updated on 18 May 2022 09:49
All countries
480,001,751
Ricoverati
Updated on 18 May 2022 09:49
All countries
6,292,858
Morti
Updated on 18 May 2022 09:49

Tonga. Onde di tsunami alte fino a 15 metri. Nasa, eruzione “500 volte più potente della bomba atomica di Hiroshima”

- Advertisement -

AgenPress – Ci vorrà almeno un mese per riparare il cavo di comunicazione sottomarino che collega il resto del mondo alle isole Tonga, devastate da un’eruzione e da uno tsunami. Lo ha detto oggi il ministero degli Esteri della Nuova Zelanda avvertendo che sarebbero probabili ulteriori eruzioni del vulcano, con un rischio di tsunami.

Secondo il ministero, un provider di rete mobile internazionale ha istituito un sistema provvisorio su Tongatapu utilizzando una parabola satellitare, che potrebbe ripristinare le connessioni 2G. Ma questo “sarà limitato e irregolare”, ha detto il ministero.
Molti tongani che vivono fuori dal paese ora devono affrontare un’attesa scoraggiante per riconnettersi con i propri cari a casa, mentre i soccorritori cercano di salvare il cavo sottomarino.
La stima si basava sulla modellazione di GNS Science, un istituto di ricerca geologica della Nuova Zelanda, ha affermato il ministero. “Lo scenario più probabile è per eruzioni in corso nei prossimi giorni o settimane, con rischio di tsunami in corso per Tonga e Nuova Zelanda”.

“La società statunitense SubCom afferma che ci vorranno almeno quattro settimane per ripristinare la connessione di Tonga”, ha affermato il ministero in un aggiornamento sul disastro che ha tagliato fuori la piccola nazione del Pacifico dal resto del globo.

Secondo gli esperti, l’eruzione del vulcano Hunga Tonga-Hunga Ha’apai è stato probabilmente il più grande evento vulcanico registrato dall’eruzione del Monte Pinatubo nelle Filippine nel 1991.
I ricercatori della Nasa hanno calcolato la potenza dell’eruzione come “500 volte più potente della bomba atomica sganciata su Hiroshima”. James Garvin, scienziato capo presso il Goddard Space Flight Center della Nasa, ha detto alla radio Npr che “il numero a cui siamo arrivati è attorno ai 10 megaton – 10 milioni di tonnellate – di equivalente in tritolo”. E secondo Michael Poland, del servizio geologico degli Usa, “potrebbe trattarsi dell’esplosione più rumorosa avvenuta sulla terra dal 1883, quando esplose il vulcano Krakatoa in Indonesia”. 
L’eruzione di sabato ha generato onde di tsunami alte fino a 15 metri che hanno colpito la costa occidentale dell’isola principale di Tonga, Tongatapu, e le isole ‘Eua e Ha’api.
Un portavoce delle Nazioni Unite ha affermato che una valutazione iniziale delle autorità tongane ha rilevato che 100 case sono state danneggiate e 50 distrutte a Tongatapu, l’isola principale del Paese, che ospita la maggior parte della popolazione. Nessun centro di evacuazione è aperto sull’isola principale e le persone sfollate soggiornano principalmente con famiglie allargate.
Su ‘Eua, 89 persone sono nei centri di evacuazione, ha detto il portavoce, aggiungendo che le informazioni dalle isole esterne rimangono scarse.
Il primo ministro tongano Siaosi Sovaleni ha detto che tutte le case dell’isola di Mango, dove vivono 36 persone, sono state distrutte. Sull’isola di Fonoifua rimangono solo due case e sull’isola di Nomuka, che ospita 239 persone, sono stati segnalati ingenti danni.
“Un disastro senza precedenti ha colpito Tonga”,  aggiungendo un “pennacchio di funghi vulcanici” esteso a coprire tutte le circa 170 isole del paese – di cui 36 abitate – con un impatto sull’intera popolazione di oltre 100.000 persone.
- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati