Dati Covid in tempo Reale

All countries
178,264,359
Confermati
Updated on 18 June 2021 11:13
All countries
161,047,458
Ricoverati
Updated on 18 June 2021 11:13
All countries
3,859,364
Morti
Updated on 18 June 2021 11:13

Torturò ed uccise cagnolina Pilù. Animalisti davanti al Tribunale. Comune si costituisce parte civile

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – “Oggi si è tenuta nell’aula del Tribunale di Pistoia, l’udienza che vede imputato Gaetano Foco, il giovane accusato di aver barbaramente seviziato una povera cagnolina nel lontano maggio del 2015 a Pescia (PT).

L’associazione Animalisti Italiani si è costituita parte civile nel processo e ha manifestato davanti al Tribunale per ricordare Pilù e tutte le vittime della violenza umana.
Il Tribunale di Pistoia ha respinto la richiesta dei legali di Foco per patteggiamento, MAP e rito abbreviato.
Una piccola vittoria in questa battaglia che proseguirà con la prossima udienza, prevista per il 12 maggio, in cui auspichiamo venga dato il massimo della pena al colpevole”

Così Animalisti Italiani in una nota su Facebook.

“Vogliamo una pena esemplare per la persona che ha fatto cose impensabili, inimmaginabili e vergognose – afferma Claudia Corsini, rappresentante di Animalisti italiani per la Toscana -. Non siamo qui per vendetta, ma vogliamo giustizia”. Il Comune di Pescia si è costituito parte civile nel processo. “Non potevamo disattendere gli impegni morali presi e il grande dispiacere che questa vicenda ha generato a Pescia – afferma il sindaco, Oreste Giurlani -, perché ha fatto parlare negativamente della città in tutta Italia e ha indignato tutti quelli che come il sottoscritto e moltissimi altri, amano gli animali e odiano ogni forma di violenza gratuita e sadica”.

Infatti la profonda indignazione del sindaco seguente ai tragici fatti che portarono alla morte del cane Pilù, con le immagini video delle sevizie perpetrate a questo piccolo e indifeso animale, non era certo frutto dell’emozione del momento.

“I video credo siano piuttosto chiari e mi auguro che il soggetto intanto si sia pentito e viva sotto il peso della sua coscienza e, se non ci saranno sorprese, sia condannato per questi atti inqualificabili. La nostra costituzione di parte civile vuole essere un segnale per tutti”.

L’amministrazione comunale, che nel 2016 sulla vicenda di Pilù adottò una delibera di giunta, sta lavorando, sia pure con tutte le difficoltà del momento, per i diritti degli animali istituendo la consulta affari animali e avendo progettato diversi interventi su questo versante.

Altre News

Articoli Correlati