Dati Covid in tempo Reale

All countries
232,176,861
Confermati
Updated on 25 September 2021 20:20
All countries
207,072,099
Ricoverati
Updated on 25 September 2021 20:20
All countries
4,755,262
Morti
Updated on 25 September 2021 20:20

Treviso. Muore in casa, ritrovano il corpo divorato dai propri cinque cani affamati

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – Il corpo dell’uomo, 56 anni,  è stato rinvenuto in avanzato stato di decomposizione e rovinato dall’intervento di cinque cani che vivevano con la vittima. L’uomo, con un passato condizionato anche da dipendenze, abitava da solo e non dava più notizie di sé dalla metà di agosto.

Sulla salma dell’uomo sono state ritrovate delle ferite, alcune profonde, causate certamente da morsi di animali: a provocarli sarebbero stati, secondo un primo esame esterno del corpo, i tre meticci e i due boxer (tutti animali di taglia medio-grande) che vivevano con lui. Il 56enne, secondo quanto ipotizzato dagli inquirenti, sarebbe morto a causa di un malore (forse un infarto) una decina di giorni fa, qualche giorno dopo Ferragosto, e gli animali, senza nessuna possibilità di procacciarsi del cibo in altro modo, si sarebbero cibati con parte dei suoi resti.

A dare l’allarme la sorella del 56enne, preoccupata perché da qualche tempo non riusciva più a mettersi in contatto con lui. Negli ultimi tre giorni i tentativi di contatto erano stati più intensi ma tutte le telefonate erano andate a vuoto. Da qui la richiesta di intervento della donna ai carabinieri della stazione di Vittorio Veneto e ai vigili del fuoco. Una volta aperta la porta di casa, con l’aiuto dei pompieri che sono stati costretti a forzarla, la scoperta di una scena che è stata raggelante per gli stessi militari.

La magistratura ha  disposto un esame più approfondito per fugare dubbi sull’eventuale responsabilità di terzi.

Nei prossimi giorni sarà svolta un’autopsia (la salma è già stata traslata nel tardo pomeriggio all’obitorio dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso) che dovrà chiarire sia quando l’uomo è spirato, sia le effettive cause del decesso.

I cani, tutti in buono stato di salute ma dal temperamento fortemente aggressivo (tanto che è stato necessario procedere alla loro sedazione per poterli portare via), sono stati affidati ai volontari dell’Enpa che dovranno ora occuparsene.

Altre News

Articoli Correlati