Ucraina. 12 mila civili intrappolati a Severodonetsk. Non possono sopravvivere a lungo senza acqua

- Advertisement -

AgenPress – Migliaia di civili sono intrappolati nella città ucraina di Severodonetsk con forniture essenziali in esaurimento, avvertono le Nazioni Unite.

Molti di loro si stanno riparando nei bunker sotto l’impianto chimico di Azot della città.

- Advertisement -

L’ultimo ponte che porta fuori dalla città è stato distrutto durante i combattimenti all’inizio di questa settimana, intrappolando di fatto i suoi 12.000 residenti rimasti all’interno.

Per settimane la cattura di Severodonetsk è stato uno dei principali obiettivi militari della Russia, che ora controlla la maggior parte della città.

“La mancanza di acqua e servizi igienici è una grande preoccupazione. È una grande preoccupazione per noi perché le persone non possono sopravvivere a lungo senza acqua”, ha detto  il portavoce dell’ufficio per gli affari umanitari delle Nazioni Unite Saviano Abreu.

- Advertisement -

Il sig. Abreu ha aggiunto che anche a Severodonetsk, nella regione orientale di Luhansk, in Ucraina, si stanno esaurendo le scorte di cibo e le disposizioni sanitarie.

L’ONU spera di fornire aiuto a coloro che sono rimasti intrappolati nella città, ma i continui combattimenti significano che le sue agenzie non possono avere accesso o assicurazioni per raggiungere in sicurezza i civili ancora lì, comprese donne, bambini e anziani.

L’avvertimento ha seguito le promesse russe di aprire un corridoio umanitario all’inizio di mercoledì per evacuare i civili intrappolati sotto l’impianto di Azot.

Ma finora non c’è stata alcuna conferma che il percorso sicuro pianificato – che avrebbe evacuato i civili nel territorio controllato dalla Russia a nord della città – fosse effettivamente andato avanti.

La cattura di Severodonetsk darebbe a Mosca il comando di quasi tutta la regione di Luhansk, gran parte della quale è controllata dai separatisti sostenuti dalla Russia.

In un aggiornamento pubblicato su Telegram, il sindaco della città ha affermato che l’Ucraina ha ancora il controllo del distretto orientale di Severodonetsk.

“Si stanno compiendo sforzi per respingere il nemico verso il centro città. È una situazione permanente con parziale successo e ritirata tattica in alcuni punti”, ha detto Oleksandr Stryuk.

La cattura di Severodonetsk darebbe a Mosca il comando di quasi tutta la regione di Luhansk, gran parte della quale è controllata dai separatisti sostenuti dalla Russia.

In un aggiornamento pubblicato su Telegram, il sindaco della città ha affermato che l’Ucraina ha ancora il controllo del distretto orientale di Severodonetsk.

“Si stanno compiendo sforzi per respingere il nemico verso il centro città. È una situazione permanente con parziale successo e ritirata tattica in alcuni punti”, ha detto Oleksandr Stryuk.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati