Ucraina. Amnesty International: “la Russia ha compiuto crimini che devono essere perseguiti”

- Advertisement -

AgenPress – “In Ucraina la Russia ha compiuto il crimine di aggressione che deve essere perseguito” dalla giustizia internazionale. Lo ha detto Agnes Kallamar, segretario generale di Amnesty International, in una conferenza stampa a Kiev.

Agnes Kallamar ha sottolineato che Amnesty International cerca di concentrare il maggior numero possibile di paesi sul problema della guerra in Ucraina. In particolare, l’organizzazione prevede di interagire con i rappresentanti dei media e della società civile.

- Advertisement -

Il vice capo dell’Ufficio del Presidente ha osservato che l’Ucraina ha bisogno di un forte sostegno da parte della comunità internazionale per documentare i crimini di guerra commessi dalla Russia nel nostro paese. La Corte penale internazionale sta già indagando su casi in cui si indaga sulla prova dei crimini russi durante la guerra in Ucraina, ma l’inevitabilità della punizione per gli alti funzionari del Paese aggressore deve essere inevitabile.

Andriy Smirnov ha sottolineato l’importanza di istituire uno speciale tribunale penale internazionale, che sarà in grado di valutare rapidamente le prove dei crimini di aggressione russa contro l’Ucraina.

“Sono in corso consultazioni multilivello attive su varie piattaforme internazionali sulla necessità di istituire e avviare un meccanismo per tale tribunale”, ha affermato il vice capo dell’Ufficio del Presidente.

- Advertisement -

Ha osservato che la scorsa settimana l’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa ha adottato due risoluzioni che chiedono l’istituzione di un tribunale internazionale.

“La rappresentanza dell’Ucraina a livello del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero della Giustizia e dell’Ufficio del Presidente è coinvolta nel processo negoziale con i paesi alleati, con il quale vengono discussi il modello e le forme di lavoro di tale tribunale”, ha detto Andriy Smirnov.

Dati gli evidenti segni di aggressione, tutte le prove che il mondo civile ha visto, gli orribili crimini commessi dal Paese aggressore – la Russia, secondo me, la valutazione di questo fatto dovrebbe essere data il prima possibile. E l’intera dirigenza politico-militare del Paese aggressore deve assumersi una responsabilità rigorosa e inevitabile di questo”.

“Siamo favorevoli che si trovi in ​​Ucraina. A Bucha, Irpen, Borodyanka oa Kiev. L’Ucraina è pronta a fornire pieno supporto tecnico e organizzativo per il lavoro di tale tribunale”, ha aggiunto Andriy Smirnov.

Ha sottolineato che il nuovo tribunale non dovrebbe essere sovraccaricato di un gran numero di giurisdizioni al fine di evitare conflitti di giurisdizione con altre istituzioni giudiziarie internazionali. Tuttavia, è tempo di mostrare quanto velocemente le istituzioni internazionali esistenti saranno in grado di valutare le prove convincenti dei crimini di guerra della Russia contro l’Ucraina ei suoi cittadini.

“La società ucraina, i suoi cittadini torturati dai criminali di guerra russi, tutti coloro che hanno subito qualsiasi forma di sofferenza a causa della guerra della Russia contro l’Ucraina, hanno distrutto gli affari ucraini – tutti aspettano una risposta a queste domande. E questa valutazione giuridica deve essere data entro un termine ragionevole. E sia politicamente, in un contesto globale, sia giuridicamente – nella magistratura”, ha affermato il vicecapo dell’Ufficio del Capo dello Stato.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati