Ucraina. Bambini disabili al sicuro in un istituto nei Carpazi lontano dalla guerra

- Advertisement -
AgenPress –  L’istituto per disabilità fisiche e mentali a Vilshany ha accolto i bambini e i ragazzi provenienti dalle zone di guerra sin dai primi giorni.
La regione Transcarpazia è stata il primo luogo dove sono arrivati gli sfollati interni, persone che sono state costrette a lasciare le proprie case, ma anche per coloro che hanno vissuto in istituti piuttosto che nelle proprie case o appartamenti.

Questa è la storia parla dell’orfanotrofio Vilshansky, dove decine di bambini  provenienti da altre regioni sono stati accolti insieme ai loro quasi duecento bambini durante la guerra. Trovavano locali, davano giochi e riabilitazione, accoglievano nuovi bambini nei loro gruppi.

Certo, è sempre più difficile lavorare, perché ci sono più pazienti e poco staff. Ma qui nessuno pensa nemmeno a lamentarsi, dice il direttore direttore Bohdan Kikina

- Advertisement -

“È un momento in cui dobbiamo aiutare” – solo le donne che si prendono cura dei bambini malati per 12 ore te lo diranno se glielo chiedi.

 L’istituto è conosciuto come uno dei migliori nel paese di questo tipo (cresce bambini e persone con gravi disturbi mentali, l’istituto è curato da volontari provenienti dalla Svizzera e dalla Repubblica Ceca da oltre vent’anni) – ha quasi duecento studenti, e da marzo – quattro dozzine.

 I nostri figli, quelli che possono parlare, dicono di loro: “i nostri ospiti”,  dice il direttore del collegio.

- Advertisement -

Qui, in Transcarpazia, nel villaggio di Vilshany, vicino al famoso Mar dei Carpazi, dopo l’inizio di un’invasione su vasta scala, 24 bambini sono stati evacuati a marzo da un collegio nella regione di Zhytomyr (Nova Borova) e 14 da Kryvyi Rih . Tutti loro sono mentalmente e fisicamente handicappati, la maggior parte di loro sono gravi, non parlano, hanno bisogno di cure 24 ore su 24 e sono costretti a letto.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati