Ucraina. Distrutte 400 scuole, 110 ospedali, 1000 edifici. La città di Volnovakha non esiste più. Missile su struttura educativa

- Advertisement -

AgenPress – “In tre settimane sono state distrutte 400 scuole, 110 ospedali e più di 1000 edifici residenziali. Anche le operazioni di soccorso vengono impedite, intere famiglie vengono rapite e uccise, uccidono i preti e i sindaci che non collaborano gli occupanti russi”. Lo ha detto il ministro della Difesa ucraina, Oleksii Reznikov, in collegamento con le commissioni Esteri e Difesa del parlamento europeo. “Oggi la Russia ha l’unico scopo di distruggere l’Ucraina”.

La città di “Volnovakha esiste ormai solo sulla cartina, perché in realtà Volnovakha non esiste più, non è rimasto più nemmeno un edificio”, ha aggiunto parlando della città dell’est, nell’Oblast di Donetsk.

- Advertisement -

Volnovakha, una città di quasi 22.000 abitanti prima dell’inizio delle ostilità, si trova a circa 55 chilometri a nord di Mariupol. Insieme a Mariupol, la città è stata oggetto di un assedio e di un feroce attacco da parte delle forze russe dall’inizio dell’operazione militare in Ucraina.

Un missile russo si è schiantato contro l’edificio di una struttura educativa intorno alle 03:30 durante la notte, hanno detto i servizi di emergenza statali ucraini.

Le autorità hanno detto che l’edificio di Merefa, una cittadina nella regione di Kharkiv nel nord-ovest, è stato parzialmente distrutto. I vigili del fuoco stanno ancora domando le fiamme. I media locali hanno detto che una scuola e un centro comunitario sono stati colpiti.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati