Ucraina. Gb, Mosca ha dimezzato capacità spionaggio in Europa dopo espulsione di oltre 400 ufficiali russi

- Advertisement -

AgenPress – Il capo del servizio di intelligence estero britannico ritiene che la Russia stia perdendo forza nella sua  invasione dell’Ucraina e abbia perso la sua capacità di spiare in Europa  in seguito all’espulsione di oltre 400 ufficiali dell’intelligence russa dalle città di tutta Europa e all’arresto di diverse spie sotto copertura che si spacciano per civili.

Richard Moore, il capo dell’MI6, ha detto a Jim Sciutto della CNN all’Aspen Security Forum che da quando la Russia ha invaso l’Ucraina a febbraio, i paesi europei hanno espulso “a nord dei 400 ufficiali dell’intelligence russa che operano sotto copertura diplomatica” in tutto il blocco.

- Advertisement -

“E riteniamo che, nel Regno Unito, ciò abbia probabilmente ridotto della metà la loro capacità di svolgere attività di spionaggio per conto della Russia in Europa”, ha affermato Moore. Ha aggiunto che negli ultimi mesi sono stati smascherati e arrestati anche un certo numero di “illegali” o spie russe che operano sotto copertura e si travestono da normali civili.

“Penso che la nostra valutazione sia che i russi avranno sempre più difficoltà a fornire materiale di manodopera nelle prossime settimane”, ha affermato. “Dovranno fermarsi in qualche modo e questo darà agli ucraini l’opportunità di contrattaccare”.
“Il loro morale è ancora alto”, ha detto Moore, riferendosi agli ucraini. “Stanno iniziando a ricevere quantità crescenti di buone armi.” La Russia, al contrario, ha fallito in modo significativo nei suoi obiettivi iniziali di prendere Kiev e rovesciare il governo lì e sta ampiamente usando “carne da cannone” per le sue offensive nell’Ucraina orientale.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati